News & Trends

Bistefani: la Bauli chiude a Villanova Monferrato

Tutto chiuso entro l’estate. La Bauli ha infatti annunciato il trasferimento della produzione di Villanova Monferrato nella sede centrale di Castel d’Azzano (Verona). Una notizia che conferma i rumor dei mesi scorsi e ufficializza una notizia che era da tempo nell’aria. Non sono stati sufficienti i finanziamenti effettuati dalla Bauli, che nell’accordo di tre anni fa per l’acquisizione della Bistefani si era impegnata a mantenere in Piemonte la produzione. I costi per la produzione – ha dichiarato l’amministratore delegato del gruppo Stefano Zancan– sono troppo elevati. Stop, dunque, alla produzione di Buondì, Girella, Yo Yo e dei famosi krumiri, i tipici biscotti artigianali di casale Monferrato.

Per 115 dipendenti non resta che trasferirsi, se vorranno mantenere il posto di lavoro. Anche se i margini della trattativa sembrano davvero stretti, i sindacati hanno già annunciato di voler presentare una vertenza.

La fine di un’eccellenza tutta italiana

Di fatto, la decisione del trasferimento mette fine a una storia che durava da più di 60 anni. La Bistefani, fondata nel 1955 in pieno boom economico da Luigi Viale, in pochi anni era diventata una azienda leader a livello nazionale nel settore dolciario e del made in italy. Con il nuovo millennio, però, le cose giravano male, fino alla cessione alla Bauli nel 2013.

 

   

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top