Start Up

Cibo del futuro, assegnati i premi Future Food

future food startup competition

Cibo del Futuro, un campo di granoCome sarà il cibo del futuro? L’agricoltura può diventare digitale? Quali sono le app più utili da tenere in cucina? Queste le domande del Future Food, la startup competition dedicata al cibo e all’agroalimentare che quest’anno ha premiato 16 progetti e startup, in arrivo da tutt’Italia. Il premio è il momento conclusivo di una selezione a cura del business incubator Digital Magics, in collaborazione con Gruppo Intesa Sanpaolo.

Il cibo del futuro: quale idea per l’avvenire

Dei 76 progetti in gara, la giuria di esperti – professionisti di impresa, finanza, ricerca e sviluppo ma anche food&beverage – ha selezionato 16 diverse proposte. Eccole qui

  • 3Bee è un alveare hi-tech che, dall’interno dell’arnia, invia all’apicultore parametri e dati sull’attività delle api.
  • Agricolus, making precision farming easier, utilizza satelliti, droni, sensori, GPS, per individuare il più efficace metodo di coltivazione dei singoli campi.
  • Alma Eureka promette di allevare insetti commestibili in filiera corta. Gli insetti, infatti, mangeranno scarti di lavorazione di prodotti locali. E noi mangeremo insetti.
  • Cooki è pensato per chi prepara e vende alimenti e deve gestire le ricette. Indica, per ogni ricetta, valori nutrizionali, presenza di allergeni, indicazioni sulle modalità di preparazione anche in base alle direttive nazionali ed europee.
  • Edo, invece, è destinato all’utente finale è fornisce una valutazione, da 0 a 10, sul valore salutistico degli alimenti per il cibo del futuro
  • Kase promette di aiutare chi si occupa di logistica, con un’attenzione particolare a chi gestisce i trasporti su camion refrigerati.
  • Le Cesarine sono cuoche casalinghe esperte che organizzano in casa cene a base di ricette tradizionali. Tutto, naturalmente, gestito con una app.
  • Il cibo del futuro è soprattutto cibo per bambini. Ecco allora Mamma M’Ama che produce e vende pappe per lo svezzamento
  • Su MyAgry sarà possibile comprare on line la propria produzione agricola, dall’orto al frutteto, scegliendo non solo cosa produrre ma quanto e come. La produzione sarà poi recapitata direttamente a casa dell’acquirente.
  • MyCheffy è una piattaforma on line per far arrivare a casa il proprio personal chef a domicilio.
  • MyEatness permette di produrre cibi ipersalutari, nel pieno rispetto dei tempi della natura.
  • Anche MagicBox è dedicato ai salutisti. La scatola magica permette la coltivazione aeroponica, per la produzione in serra, ma senza terreno, di prodotti agroalimentari totalmente bio e naturali
  • Chi non ha mai pensato “Cosa prepariamo oggi per cena?”. Quomi risponde a questo interrogativo attraverso l’organizzazione di un menù settimanale, dalla spesa alla tavola.
  • Per chi non ha il pollice verde, ma vuole coltivare sul balcone di casa le verdure da mangiare, arriva RobotFarm, una mini serra aeroponica per la produzione di verdura.
  • Maturum Project è invece pensato alla produzione industriale e permette di calcolare, con esattezza, il grado di maturazione dei prodotti agroalimentari
  • Per gli amanti della birra artigianale, infine, arriva la piattaforma e-commerce WeBeers che seleziona birra e birrifici tramite catalogo on line.
Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top