Guide

Come posizionare un sito web online: piccola guida al rapporto cliente-fornitore

Su come posizionare un  sito web on line sono stati scritti finora moltissimi tutorial: da quelli ufficiali di Google a quelli delle società che vendono prodotti per SEO e Digital PR (come Moz, Sprout, Klout), a quelli dei tanti  e bravi professionisti del settore.

Qui invece vogliamo dare qualche suggerimento non al professionista o al web master autodidatta, bensì a chi ha intenzione di realizzare un sito web come leva per il suo business e vuole rivolgersi ad un professionista o ad un’agenzia. Qui evidenzieremo tutte quelle cose che stanno “dietro” al posizionamento di un sito web, articolo sempre molto richiesto, perché l’ottimizzazione dei risultati sui motori di ricerca è un’attività che non esiste di per sé ma si compie solo in relazione ad altre attività sorelle necessarie ad una comunicazione efficace.

È una guida per aziende e professionisti che vogliono fare il grande salto e iniziare a comunicare on line, e stanno per interfacciarsi con un esperto del settore.

Per posizionare un sito web on line dovete prima fare un sito web

Ovvio, no? Non molto in realtà. Ci sono alcuni siti web che non si posizioneranno mai bene, e non sarà il nuovo guru del SEO a risolvervi il problema se il sito è costruito male: se le pagine non hanno i nomi giusti, se la struttura del menu non è coerente, se mancano alcune pagine fondamentali come Contatti e Home, e molti altri se.

Consiglio: quando chiedete a qualcuno di realizzarvi un sito web assicuratevi che il sito sia ben “predisposto” per il web, e possibilmente che sia la stessa persona o agenzia che vi ha realizzato il sito a rendersi responsabile di svolgere anche l’attività SEO.
Postilla: fare un sito web e posizionarlo sono due attività differenti, per cui aspettatevi due preventivi separati.

posizionamento organico sito webPer posizionare un sito web on line dovete inserirci dei contenuti

Anche questo è ovvio! Certo, come no. Dopo la questione della struttura quella sui contenuti è un’altra vexata quaestio nella quale spiccano due punti nodali:

  • Siccome tutti parliamo e siamo in grado di scrivere allora pensiamo di poter essere scrittori
  • Siccome noi siamo i titolari della nostra azienda allora sappiamo esattamente cosa scrivere per presentarci e raccontare i nostri servizi.

Ovvio! E invece no. Innanzitutto scrivere a livello professionale non ha nulla a che vedere con lo scrivere per piacere o per necessità – la maggiore esperta in Italia è Luisa Carrada e questo è il suo blog. Scrivere per il marketing poi è un’altra cosa, scrivere per il web ne è un’altra, e scrivere in maniera SEO oriented ne è un’altra ancora. Fare quello che si chiama SEO copywriting è una gara di slalom con dei paletti molto stretti e insidiosi, che si ripetono rendendo il percorso sempre ostico e mai lineare. Fare SEO copywriting implica una piuttosto lunga attività di ricerca delle parole chiave con cui posizionarsi, un’attività scrittoria di qualità e un senso dell’efficacia che molti bravi scrittori non hanno.

Consiglio: assicuratevi di stare parlando con il professionista giusto tra quelli sopra nominati, non con una persona che semplicemente dichiara di “saper scrivere”.

Per posizionare un sito web on line dovete uscire dal vostro sito web

In termini tecnici si chiama SEO off site, in termini pratici significa che per posizionare bene il vostro sito web si deve citare, linkare, e visitare il vostro sito a partire da altri luoghi del web. Che siano i social network o i link in entrata da altri portali, il passaparola esiste anche in versione digitale e voi lo dovete attivare. Il famoso posizionamento di cui sopra non è una cosa che si fa una volta per tutte e poi rimane lì, è invece una specie di creatura viva che va mantenuta in vita. Le digital PR non differiscono molto dalle relazioni sociali faccia a faccia come dinamica di base (cambia ovviamente tutto il contesto e gli strumenti necessari ad attivarle).

Consiglio: quando chiedete un preventivo ad un professionista o ad un’agenzia fatevi esplicitare che tipo di azioni hanno in mente di attivare in questo senso, e siate consapevoli che ci vuole del tempo.

scrovere seo orientedPer posizionare un sito web on line dovete investire del budget in advertising

Questa affermazione è vera con riserva. Il punto è che se avete intenzione di spendere del budget in pubblicità dovete farlo perché è un’azione che rientra nel vostro piano strategico: sicuramente dietro l’idea di investire in advertising ci sarà un piano di sviluppo commerciale ben preciso che avete già definito, altrimenti non ha senso spendere grandi cifre solo per “posizionarsi”.

Consiglio: l’advertising on line è un argomento piuttosto ostico e difficile da trattare. Assicuratevi di rivolgervi a chi ne capisce davvero e ha esperienza nel campo.

Per posizionare un sito web on line dovete rinunciare a posizionare il vostro sito web on line

Ultimo gioco di parole per dire che non c’è una ricetta precisa per posizionarsi su Google. Il posizionamento sui motori di ricerca è una combinazione di molti fattori, e se il vostro consulente userà termini come “vediamo”, “proviamo”, “cambiamo strategia” sappiate che è normale e, anzi, significa che sta facendo il suo lavoro di monitoraggio continuo e revisione delle azioni intraprese. Considerate che il solo lavoro sui social network è qualcosa di imprevedibile che cambia continuamente. La grande differenza che intercorre tra la comunicazione online e quella offline è che la prima è biunivoca, peraltro quasi simultaneamente: la vostra strategia, cioè, sarà continuamente rivisitata alla luce dei feedback che arriveranno dall’esterno. Buona fortuna!

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top