Franchising

Franchising immobiliare, numeri di un successo

Franchising immobiliare

Cresce il franchising immobiliare in Italia e crescono le reti locali e ‘alternative’ di collaborazione nel settore della compravendita immobiliare. Lo conferma il report ‘Reti e aggregazioni immobiliari’, a cura di Gerardo Paterna, e dell’Osservatorio Immobiliare Digitale, realizzato con i dati di Infoimprese e dei siti dei network di tutti i franchising censiti. Secondo i dati di questo studio, anche nel settore immobiliare l’affiliazione commerciale fra l’affiliato e l’affiliante permette di sostenere meglio il mercato, grazie a un marchio conosciuto, uno standard di servizi e modelli di gestione già collaudati.

Franchising immobiliare, l’andamento del mercato

Nel 2016, le agenzie per la compravendita e l’affitto in franchising sono aumentate del 4,4%, 180 unità in più rispetto al 2015: da 4071 a 4250 in cifre assolute. L’aumento, secondo gli analisti, si deve quasi esclusivamente alla formula del franchising, visto che le agenzie immobiliari, indipendenti e non, sono cresciute solo del 2.18%. La tendenza è più forte per i network internazionali e per le reti che si occupano di compravendita e affitto di immobili di lusso. Come per altri settori, il franchising funziona soprattutto perché abbatte i rischi imprenditoriali e affianca i nuovi imprenditori nella fase di start up: elementi importantissimi per il successo dell’impresa stessa. Nonostante la ripresa, il settore ha ancora molto da recuperare se si pensa che nel 2010 le agenzie immobiliari in franchising erano ben 6 mila.

Franchising immobiliare, i marchi di successo

Ma quali sono i franchising immobiliari di maggior successo? Secondo i dati forniti, Tecnocasa/Tecnorete con il 48.2% dei punti vendita è il franchising più penetrante nel mercato italiano. Segue Gabetti, con il 10.8%, Affitti, con il 6.4%, Tempocasa, con il 6.2% e Re/Max con il 5.8% dei punti vendita. La formula del franchising funziona molto in Sicilia, dove conquista il 34% del mercato. Al capo opposto della classifica nazionale il Trentino Alto Adige, dove arriva appena al 3%.

Il successo delle piattaforme MLS, i sistemi di multiple listing service

NFranchising immobiliareegli ultimi anni, è cresciuta soprattutto la formula delle piattaforme MLS, i sistemi di multiple listing service basati sulla condivisione di annunci e incarichi, una formula ibrida e alternativa rispetto al franchising immobiliare propriamente detto. Anche grazie a queste piattaforme, gli intermediaria professionali sono cresciuti del 27.3% nel 2016, passando da 2752 professionisti nel 2016 a 3.505 nell’anno appena concluso. La piattaforma del Gruppo Frimm, la MLS Replant, raccoglie da sola il 62,8% dei professionisti. Su questa piattaforma sono registrare 2.061 le agenzie immobiliari e 3.500  professionisti, ben 15,7% in più rispetto allo scorso anno. Stare insieme permette di fare più affari. Sempre sulla stessa piattaforma sono state concluse 7.832 transazioni, il 16,9% in più rispetto all’anno precedente, proprio grazie alla collaborazione fra diverse agenzie e professionalità. Il valore complessivo del portafoglio immobiliare è stato stimato 6. 2 miliardi di euro. Le regioni in cui le piattaforme di condivisione funzionano di più sono la Sicilia, la Campania e la Sardegna.

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top