Innovazione

Jaguar presenta Sayer, il volante che diventa un assistente personale

Sayer il volante del futuro

Si chiamerà Sayer e sarà in grado di eseguire centinaia di compiti. Stiamo parlando di intelligenza artificiale, di quel tipo di robot che è in grado di cambiarci la vita.
Sayer non è, infatti, stato programmato per stare a casa e svolgere mansioni domestiche, bensì per guidare la nostra automobile. Una sorta di assistente personale, progettato da Jaguar Land Rover che sarà pronto nel 2040.

Leggi anche: Le auto del futuro e i parcheggi senza stress: vita più facile agli automobilisti

Di cosa si tratta

Sayer è la nuova futuristica invenzione di casa Jaguar. É stato pensato per essere montato su una nuova concept car, la Jaguar Future Type, e rivoluzionerà il modo di prendere l’auto.
Non si stratta semplicemente di uno sterzo di design, che può essere staccato dalla macchina e portato a casa come una vecchia autoradio. Sayer è il volante robotico che risponde a comando vocale  e potrà condividere l’auto anche con altre persone oltre al proprietario. La Jaguar fa sapere che Sayer nasce in un contesto dove un prevedibile futuro sarà caratterizzato da veicoli autonomi, elettrici e sempre connessi. Il volante intelligente, quindi, sarà solo uno dei tanti oggetti sempre a nostra disposizione, capace di interagire con noi 24 ore su 24.
L’innovazione sta soprattutto nel fatto che si può portar via dall’auto e portare con noi, svolgendo servizi e attività come un vero e proprio assistente.
Si tratta poi di un pezzo di design, un super volante del futuro, chiamato così in onore di Malcom Sayer, inventore e designer della Jaguar e-type.

Leggi anche: Auto biodegradabile: l’idea è di un team di studenti olandesi

Il volante del futuro

Ne hanno parlato, pochi giorni fa, al Jaguar Land Rover Tech Fest, tenutosi presso il Central Saint Martins College of Art and Design di Londra dal titolo “Technology with Heart”, gli ingegneri della casa automobilistica. Per spiegare che: “L’idea è quella di mostrare la nostra visione per la mobilità del futuro attraverso display interattivi e la realtà virtuale”.
In questo contesto è stato presentato Sayer, oltre alla discusione di vari argomenti: dal diesel, all’elettrificazione, passando per il ruolo delle donne e della robotica nell’industria. Forse un po’ per tranquillizzare chi, con l’intelligenza artificiale, minaccia di far scomparire il volante per sempre. Ma si tratta più di un volante: è un accessorio indispensabile, di design, capace di eseguire tutte le richieste di un assistente digitale. Sarà mai realizzato? Crediamo di sì, poiché il progetto è creativo e innovativo quanto la stessa casa madre che lo ha ideato.

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top