News & Trends

Trenitalia investe sul trasporto regionale: in arrivo un’app e nuovi convogli

Trenitalia logo appI pendolari di Emilia Romagna, Toscana, Liguria e Lazio che hanno scaricato l’app gratuita di Trenitalia sui propri smartphone  o tablet (sia Android che iOS) da pochi giorni possono usufruire delle nuove funzionalità infopush per monitorare lo stato di viaggio del “loro” treno. L’innovativo servizio di smart caring di Trenitalia garantisce una comunicazione rapida ed efficiente delle informazioni: avvisa in modo dettagliato e personalizzato spiegando le motivazioni in presenza di ritardi che superano i 15 minuti, e in caso di guasti o di interruzioni della tratta interessata offre ai viaggiatori soluzioni alternative per arrivare comunque a destinazione nel più rapido tempo possibile.

Se per adesso sono soltanto 5 le regioni a poter usufruire del nuovo servizio, a partire da luglio sarà esteso anche a Piemonte, Veneto e Campania e dal 2018 sarà attivo per i pendolari di tutta la rete italiana, a esclusione ovviamente della Lombardia dove il traffico regionale è coperto dalla Trenord.

Come funziona il servizio di Trenitalia

L’andamento di viaggio dei 6.500 treni regionali quotidiani gestiti da Trenitalia è programmato, gestito e monitorato da nuove 16 control room regionali integrate che coprono tutto il territorio italiano, affiancate da una unità di crisi centrale con sede a Roma. In queste sedi svolgono la loro attività anche gli operatori specializzati che garantiscono il nuovo  servizio personalizzato di smart caring di Trenitalia: un upgrade dell’app che è risultata molto gradita ai 20mila utenti che l’hanno già sperimentata in fase di lancio, e che è destinata a migliorare in modo significativo l’esperienza di viaggio degli oltre un milione e mezzo di pendolari che ogni giorno usano il treno per i loro spostamenti.

Trenitalia -rete ferroviaria toscana

L’attenzione che il Gruppo Ferrovie dello Stato riserva ai viaggiatori dei treni regionali  opera su più fronti e  nell’ultimo quadrimestre ha già iniziato a dare i suoi frutti e la puntualità dei convogli è salita 91,6%  “Un trend positivo rispetto al passato – sottolinea Barbara Morgante, AD di Trenitalia – ma i ritardi ci sono e spesso non è colpa nostra. Da un lato ci impegniamo ad evitarli, dall’altro informare i viaggiatori sulle cause è ancor più un segnale della nostra attenzione nei loro confronti.

I nuovi treni regionali ‘Rock’

Un’altra grande novità molto attesa dai pendolari sono i nuovi convogli ‘Rock’ di Trenitalia prodotti da Hitachi Rail, che entreranno in uso dal 2019. La nuova flotta conta 450 treni che saranno immessi sulle tratte regionali ed è valsa un investimento complessivo di oltre 4 miliardi di euro.

Trenitalia - Il nuovo treno 'Rock'

Ogni convoglio ‘Rock’ ha una capacità complessiva di 656 passeggeri, è composto da 5 carrozze e monta 4 carrelli motore che gli permetteranno di raggiungere la velocità di 160 km/h, con un’accelerazione superiore a 1m/sec2. Gli spazi interni  sono ampi, confortevoli e modulabili, per rispondere alle diverse esigenze dei viaggiatori. Trenitalia si è inoltre impegnata a risolvere l’annosa questione del wi-fi a bordo dei regionali assicurando che sulle nuove carrozze sarà pienamente efficiente. Per l’innovazione tecnologica, il consumo di energia ridotto e l’attenzione rivolta all’impatto  ambientale, i nuovi treni ‘Rock’ si posizionano al top di gamma dei rotabili in circolazione in Europa e rappresentano un salto nel futuro per la mobilità pendolare italiana.

Ti potrebbe interessare anche: http://www.business.it/ferrovie-dello-stato-sfida-flixbus-arriva-busitalia-fast/

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top