steemit-social-network

Steemit: il social network che paga in criptovaluta i creatori di contenuti

In un momento storico in cui Facebook sembra minare senza precedenti la privacy dei suoi utenti, sono molti quelli che stanno andando alla ricerca di un nuovo social network che permetta di condividere i propri contenuti senza troppi pensieri. Una delle alternative più innovative è sicuramente Steemit, la piattaforma social che paga le interazioni in criptovaluta. Non si tratta ovviamente, almeno in fase iniziale, di un mezzo di guadagno ma, di certo, rappresenta uno spazio perfetto per tutti coloro che sono allettati dal mondo delle monete digitali ma che ancora non hanno il coraggio di investire…

Steemit: similitudini e differenze con i più celebri social network

Gli amanti del web e gli appassionati di social network conoscono sicuramente le difficoltà che si potrebbero riscontrare nell’iscriversi ad una nuova piattaforma. Sebbene il sistema di posting ma anche le differenti interazioni disponibili siano spesso simili, non è raro incorrere in modalità del tutto differenti rispetto al “solito” Facebook. E Steemit? Seppur si presenti come un vero e proprio social, utilizzandolo si percepisce sin da subito la sua maggior somiglianza ad una piattaforma di blogging. Steemit permette infatti la produzione di contenuti testuali, arricchiti di foto o video; a differenza di Facebook o Twitter, però, all’utente non viene richiesta una vera e propria condivisione di ogni momento della propria vita bensì una sua più approfondita visione del mondo. L’idea alla base della piattaforma, infatti, è quella di creare un luogo digitale e internazionale all’interno del quale vengono “premiati” – e di conseguenza remunerati – contenuti di qualità che trattano qualsiasi tipo di argomento, dalla tecnologia alla cucina. Per quanto riguarda le interazioni disponibili, su Steemit i “like” si chiamano “upvote” e le condivisioni del contenuto di altri “Resteem”; i commenti, invece, rimangono tali. Non esistono, almeno attualmente in cui la piattaforma è ancora in versione Beta, pagine ufficiali o profili verificati. La differenza più sostanziale, però, risiede ovviamente nella possibilità per tutti gli utenti di guadagnare creando contenuti. Non solo: all’interno è presente anche un bot di plagio che garantisce, nei limiti del possibile, anche l’unicità di ogni contenuto.

steemit-social-networkCome funziona il social network che “paga” in criptovaluta

Dopo una breve introduzione, non rimane che da chiedersi come funziona Steemit. A differenza dei normali social network, Steemit si basa sulla tecnologia della blockchain: i contenuti, dopo sette giorni dalla pubblicazione, entrano quindi nella catena di blocchi e, da quel momento in poi, non saranno più modificabili. Blockchain, però, significa anche criptovalute: la piattaforma, infatti, è legata a ben tre differenti valute digitali ovvero gli Steem, gli Steem Dollars e gli Steem Power. Come anticipato, infatti, su Steemit è possibile guadagnare condividendo contenuti e creando interazioni: questo significa che si crea ricchezza sia scrivendo post, sia commentando che votando altri.

Partendo dal presupposto che, almeno per ora e almeno senza diventare investitori, non è possibile arricchirsi con Steemit, vediamo come funziona… Ogni utente, una volta registrato, dalla propria pagina personale può creare post che, corredati da tag, verranno mostrati sia nella bacheca personale (pubblica) che nel feed dei follower. Il sistema, insomma, è analogo a quello di Facebook. I post in questione, spesso veri e propri articoli di approfondimento, potranno essere votati e – in base alla quantità di Steem Power posseduti dal votante – anche generare un guadagno. Allo stesso modo anche i commenti… La vera rivoluzione, però, è anche quella della ridistribuzione della ricchezza, finalizzata alla crescita della piattaforma. L’autore di un post, infatti, riceve solamente il 75% dei suoi guadagni: il restante 25% viene invece distribuito a chi ha votato l’articolo. I post vengono remunerati in Steem Dollars e Steem Power, i primi acquistabili e vendibili (anche) nel market interno. Gli Steem Power non sono altro che una variante degli Steem, utilizzabile solo su Steemit, da accumulare per fare aumentare il valore del proprio voto e account. I guadagni in criptovalute, così come quelli derivanti da investimenti o trading, sono scambiabili in moneta fiat (euro, dollaro, ecc…) passando normalmente da un exchange.

steemit-social-networkAttualmente Steemit vede la presenza di utenti con moltissimi Steem Power, generalmente investitori che hanno creduto nel progetto ma non solo: negli anni si sono andate a creare delle community, da quella italiana a quella a supporto di post scientifici, che hanno investito sia nella piattaforma stessa sia nel loro progetto personale.

Leggi anche: Blockchain: gli startupper italiani del mondo delle criptovalute (ma non solo)”

CONDIVIDI
Sabina Schiavon
Visionaria per vocazione, blogger in erba per passione, freelance per professione. Milanese per nascita e vercellese d’adozione, si occupa di startup, imprese, Industria 4.0 e di tutti i temi legati all’innovazione. Ama la birra belga e il whisky scozzese, gustati accanto a un gatto che fa le fusa.