Innovazione

Apple Pay arriva anche in Italia

A tre anni dal lancio Apple Pay arriva anche in Italia, rendendo possibile anche da noi pagare semplicemente accostando un iPhone a un POS. Un sistema di pagamento digitale, assicura Apple, sicuro e attraverso il quale le proprie credenziali non vengono condivise.

Dopo l’introduzione negli Stati Uniti nel 2014,  l’Italia è il 16esimo paese in cui Apple Pay si fa strada. Il sistema supporta carte Visa e Mastercard rilasciate da Unicredit, Carrefour Bank e Boon, app che permette di caricare una carta prepagata di una banca non partner di Apple, Mediolanum e American Express. A questi nei prossimi mesi di aggiungeranno CartaBCC, ExprendiaSmart, Fineco, Hype , N26 (startupche offre servizi bancari per smartphone) e Widiba.

Come si usa Apple Pay

Pre-requisito essenziale è possedere un iPhone (Apple Pay funzione sui modelli iPhone 6 e successivi)  oppure un  Apple Watch. Per procedere al pagamento basterà avvicinare il proprio iPhone a un POS  contactless. Una volta effettuata l’autenticazione, che avverrà attraverso un lettore di impronte digitali,  il pagamento andrà a buon fine.

Ma Apple Pay non sarà utilizzabile solo nei negozi reali. Il sistema consente infatti anche di procedere agli acquisti attraverso app e nei siti internet compatibili.

Per impostare il sistema di pagamento da iPhone è necessario aprire l’app Wallet e procedere a registrare le carte o i bancomat (è possibile registrane fino a 8). Una volta che i dati saranno importati, la banca procederà a creare e inviare un numero account che verrà memorizzato crittografato  nel “secure element” di Apple, ma che rassicura l’azienda,  non finirà  né sui server Apple né su iCloud.

Nel caso in cui venga smarrito i proprio iPhone o Apple Watch, è possibile disattivare il sistema a distanza con “Trova iPhone”.

 

Dove usare Apple Pay

Il sistema di pagamento può essere utilizzato in qualsiasi negozio dotato di POS conctatless: in Italia ne sono dotati più del 50% degli esercizi.

L’azienda di Cupertino ha individuato alcuni partner del progetto, selezionati in base alla quasi totale copertura dei propri punti vendita con POS contactless o quasi. Fra questi Auchan, Simply Market, Esselunga, Carrefour, Lidl, Eurospin, Old Wild West, Autogrill, La Rinascente, OVS, H&M, Leroy Merlin, Eataly, Sephora, Limoni, La Gardenia, Banzai/ePrice, Mondadori, Apple Store, Media World, Unieuro.

Fra le app e i siti web compatibili, dove i pagamenti potranno essere effettuati con Apple Pay:  Unieuro, sia app che sito web, la app ParkAppy EniPay, Deliveroo,  easyJet, Musement (tutte compatibili sia per app che per  sito), i siti internet di Lanieri,Supermercato24 (sito), Stockisti e le app di  Saldi Privati, Trainline, Booking.com, Monclick.

Ti potrebbe interessare anche: http://www.business.it/apple-park-il-nuovo-campus-della-apple-apre-ad-aprile/

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top