Video News

AxonVR feedback tattile e termico per Realtà Virtuale

realtà aumentata virtuale

Al CES 2017 è stato presentato il prototipo AxonVR che si pone l’obiettivo di fornire un’esperienza di realtà virtuale molto più realistica e coinvolgente sfruttando il senso del tatto.

AxonVR feedback tattile e termico

Quando si parla di realtà virtuale siamo tutti abituati a pensare ai vari head-set ormai noti sul mercato (Oculus Rift, Htc Vive, PlayStationVR ecc.). Tutti questi sistemi sono stati sviluppati per coinvolgere l’utente sfruttando soprattutto l’immersione visiva e l’interazione tramite gesture e movimenti; il problema principale è che, a oggi, l’utente non riceve nessun feedback tattile, né di forza né di temperatura, dall’interazione con l’ambiente virtuale e questo rende l’immedesimazione poco realistica.

AxonVR si pone l’obiettivo di coinvolgere l’utente anche dal punto di vista tattile in maniera da offrire un’esperienza così realistica che a primo impatto può sembrare magica: un esempio di questa sensazione possiamo osservarlo nel seguente video in cui AxonVR viene testato da alcuni utenti.

Nella demo dimostrativa presente al CES 2017 è possibile immergersi in un ambiente virtuale tramite l’utilizzo dell’HTC Vive integrato all’uso di AxonVR. Gli utenti si troveranno a prendere e toccare con la propria mano alcuni oggetti di uso comune (una mela, un cubo, una palla di ghiaccio) e a interagire anche con qualche creatura viva fantastica o reale (animali e draghi).

La vera novità sta nel fatto che quando gli utenti prendono in mano la mela riescono, oltre che a vederla, a percepirne la consistenza e le forme grazie ad AxonVR; in questo modo il cervello ha la sensazione di tenere realmente in mano una mela.

Al di là della consistenza e delle forme, i vari oggetti cambieranno colore e temperatura rendendosi percepibili dalla mano dell’utente. Quando si proverà a tenere in mano il ghiaccio si avvertirà la sensazione di freddo, mentre quando si avrà in mano il cubo incandescente sentiremo bruciare la mano.

AxonVR-CES2017-2In aggiunta alla sensazione termica, durante la demo si ha un’interazione con oggetti in movimento, ad esempio un ragno: in questo caso sentiremo la pressione delle otto zampette del ragno come avverrebbe nella realtà. La demo presentata termina poi con l’arrivo di un draghetto che si avvicina all’utente cercando di bruciargli la mano, facendogli avvertire realmente la sensazione di calore.

Al momento AxonVR è una grossa scatola di latta con una fessura riservata all’inserimento di una mano. Il suo funzionamento preciso non è ancora stato rivelato, è stato solo pre-annunciato che il tutto è basato su array di attuatori microfluidi. Sicuramente maggiori dettagli saranno rivelati quanto prima.

Oltre a questo futuristico prototipo, sul sito di AxonVR vengono promessi diversi device in grado di migliorare l’esperienza di realtà virtuale fornendo un feedback tattile e di forza all’intero corpo dell’utente. Un’intervista molto interessante (in inglese) sul progetto AxonVR e sulle future evoluzione potete trovarla nel seguente video.

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top