Innovazione

Huawei&Co. L’avanzata degli smartphone cinesi

Samsung e Apple sono ancora in testa, ma l’avanzata degli smartphone cinesi è inarrestabile. La conferma arriva dai dati forniti dalla Gartner,  spa multinazionale, leader mondiale nella consulenza strategica, ricerca e analisi nel campo dell’information technology. Nei primi tre mesi di questo 2017, sono stati venduti, nel mondo, 380 milioni di smartphone. Il 24% di questa enormità, ben 91 milioni, quindi, è cinese, prodotta da marchi della Repubblica Popolare come Huawei, Oppo e Vivo.  Questi tre brand asiatici sono cresciuti, rispetto allo scorso anno, del 17%. L’avanzata cinese degli smartphone, dunque, è iniziata.

Quali sono gli smartphone più venduti

Avanzata cinese degli smartphoneIl mercato internazionale degli smartphone è attualmente dominato dalla coreana Samsung e dalla statunitense Apple. Da soli i due marchi controllano un terzo del mercato, il 34% del totale, avendo venduto nei primi tre mesi dell’anno rispettivamente 78.671,4 milioni e 51.992,5 di telefonini. I numeri, in termini assoluti, sono impressionanti ma non incoraggianti. Lo scorso anno, infatti, i coreani e gli americani coprivano da soli il 38% del mercato e i cinesi, tutti insieme, arrivano appena al 16.9% delle vendite. Nei primi tre mesi del 2017, l’avanzata degli smartphone cinesi ha determinato la perdita di quote per coreani e americani e, per contro, la crescita della concorrenza cinese. In particolare, Samsung ha perduto il 3% delle quote di mercato, anche a causa del Note 7 e del suo ‘esplosivo’ insuccesso. Ha perso quote di mercato anche la Apple che è passata dal14% del 2016 al 13% del 2017. Dove sono andati a finire queste quote di mercato? In Cina, decisamente. Mentre le prime due società arretrano, alle loro spalle Huawei è cresciuta del 28% , Oppo del 30% di Oppo e Vivo del 24%. 

Smartphone cinesi: chi sono i protagonisti

avanzata cinese degli smartphoneMa quali sono i marchi protagonisti dell’avanzata degli smartphone cinesi? In cima c’è Huawei, marchio conosciutissimo in Italia che, non a caso, con il 25,7% del mercato è il Paese più importante per l’azienda cinese, dopo il mercato interno. Seguono Oppo e Vivo che però sono marchi quasi del tutto sconosciuti in Europa e in America. Gli smartphone Oppo e Vivo, infatti, sono per lo più destinati  al mercato interno cinese. Si tratta di smartphone performanti ma con un prezzo sotto i 1.000 euro. E sarebbero proprio queste le ragioni dell’avanzata cinese degli smartphone:  i marchi cinesi producono ormai telefonini di qualità, tecnologicamente avanzati, che poi vendono a prezzi competitivi: «I produttori top cinesi – afferma il direttore del settore ricerche di Gartner – vincono perché non solo hanno prezzi più competitivi ma offrono tecnologia e qualità». I dati della ricerca Gartner si riferiscono, come detto, ai primi tre mesi del 2017. Si aspettano ora i risultati dei nuovi modelli pronti ad entrare nel mercato: il Samsung Galaxy 8, che ha fatto già registrare preordini buoni, al di sopra delle aspettative, e i nuovi modelli Huawei, il P10 e P10 Plus.

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top