3 dure mosse che devono fare tutti gli imprenditori

3 dure mosse che devono fare tutti gli imprenditori

Bene o male ci sono 3 dure mosse che devono fare tutti gli imprenditori. Volente o nolente, infatti, per il bene del proprio business, ciascun uomo d’affari, sia che gestisca una piccola, media o grande impresa, dovrà rendersi conto di tre realtà molto importanti. Il modo in cui reagirà e le decisioni che prenderà nei tre vari ambiti determineranno il suo successo o il suo fallimento.
Dato per assodato che un buon imprenditore è colui che non ha paura di rischiare, va detto anche che, secondo recenti studi, pare che la paura di investire i propri soldi in una impresa che non porterà alcun profitto stia frenando lo sviluppo economico e la creazione di aziende.
La crisi ha mietuto innumerevoli vittime ed ora sembrano muoversi tutti con i piedi di piombo. Pochi hanno il coraggio di buttarsi in una nuova avventura, ma chi trova la forza deve sapere che ci sono errori da non commettere.
Quali? Il principio fondamentale è quello di non voler risparmiare su nulla. E’ inutile spendere soldi, ad esempio, per mettere continue toppe su qualcosa che prima si rompe da una parte e poi dall’altra. Si rischia di spendere il doppio del dovuto e sprecare, tempo, energie e denaro. Meglio cambiare immediatamente ciò che non funziona e rimuovere il problema alla radice.
E’ inutile cioè continuare a ricucire o a mettere toppe sui buchi che compaiono su di un paio di pantaloni soprattutto se il tessuto è troppo logoro e cucendo da una parte si crea un buco dall’altra. Meglio andare in negozio e comperarne un paio nuovi. Se c’è una spesa da fare è bene farla subito, senza procrastinare o cercare altri modi per risparmiare perché ogni azioni rischia di diventare controproducente.
Proprio per questo motivo le 3 dure mosse che devono fare tutti gli imprenditori coincidono con 3 investimenti molto importanti. Quali? Quello le collaborazioni, quello legato al marketing e quello legato alla comunicazione.

Come-diventare-un-imprenditore-di-successo-33 dure mosse che devono fare tutti gli imprenditori: le collaborazioni

Nessuno può gestire tutto, nemmeno il miglior uomo d’affari che esista sulla Terra. Tutti hanno bisogno di avvalersi di diversi professionisti per gestire con profitto il proprio business. Occorrono esperti di contabilità che si occupino di tener dietro ai conti dell’impresa, delle buste paga dei dipendenti e delle varie tasse. Occorrono anche esperti in campo legale oltre che nell’ambito legato alla comunicazione e al marketing.
Non sempre, però, all’inizio si possono investire tanti soldi per assumere tutti i dipendenti necessari. Come fare? Ebbene siccome non si può risparmiare sulle collaborazioni gli esperti consigliano di fare rete con associazioni di professionisti ed iniziare così a darsi un aiuto a vicenda. Mettere in campo le proprie conoscenze, condividere il know how nel proprio settore con altri professionisti aiuterà l’impresa a crescere nel migliore dei modi.
Mai risparmiare, poi, sui dipendenti. Essi sono una vera e propria risorsa per qualsiasi business. L’investimento che si fa nei loro confronti è però doppio. Oltre al denaro, infatti, serve investire del tempo per formarli.
Dopo averli scelti per bene durante i colloqui di formazione, bisogna spendere del tempo per formare ciascun dipendente e fidelizzarlo alla propria impresa dandogli modi di essere parte integrante del business.

3 dure mosse che devono fare tutti gli imprenditori: marketing e comunicazione

Vanno a braccetto, spesso si confondono, ma sono due step importanti per qualsiasi business. Come si fa a farsi conoscere dai potenziali clienti se non si comunica in alcun modo la propria presenza sul mercato? Nell’era digitale è diventato indispensabile dialogare con le nuove tecnologie. Per farsi conoscere basta anche aprire una vetrina sul web e creare così un bel sito che possa parlare della propria impresa, raccontarne i valori e gli obiettivi e presentarne i prodotti o i servizi.
Farsi conoscere è indispensabile così come è indispensabile dialogare con i propri clienti e conoscerli sempre meglio per poter, coinvolgerli, sempre di più, attraverso strategie mirate, nel proprio business.
Come? Qui entrano in campo gli esperti di marketing e la possibilità di usare ad hoc anche i social per scoprire esattamente usi e costumi del proprio target di riferimento. Solo quando si saranno intercettate le esigenze dei propri avventori si potrà studiare il modo più adatto per richiamare la loro attenzione e tenerli saldamente legati a sé.

Leggi anche –> 10 consigli per rendere la tua piccola azienda un “grande business”

CONDIVIDI
Alessandra Solmi
Classe 1985, una laurea specialistica in comunicazione ed una malattia: il giornalismo. Prima per passione e poi per lavoro ama andare a caccia di notizie. Non si finisce mai di imparare anche perché le nuove tecnologie sono sempre pronte a lanciare nuove sfide in qualsiasi campo.