Interni

50 centesimi in più sullo scontrino solo per tagliare una sfogliatella a metà

Un extra di 50 centesimi sullo scontrino per aver chiesto di dividere una sfogliatella a metà. L’episodio è accaduto a Napoli, al Bar La Rocca a Ponticelli nella zona est della città, dove due clienti hanno consumato la colazione seduti al tavolino e, oltre a bere due caffè, hanno deciso di condividere una sfoglia di frolla, dolce tipico partenopeo. Questa semplice richiesta però è bastata per far lievitare il conto del bar. A riportarlo è il presidente di Federconsumatori della Campania, Rosario Stornaiuolo che mostra sui social lo scontrino incriminato. La dicitura è proprio “diviso due” e di fianco, nella colonnina dei prezzi, il sovrapprezzo di 50 cent. “Incredibile e ridicolo un bar a Ponticelli aggiunge 50 centesimi allo scontrino perché taglia in 2 la sfogliatella. Fermiamo queste pazzie.

L’episodio è stato subito denunciato dal cliente su Facebook: “Devo premettere che abbiamo mangiato un’ottima sfogliatella napoletana. Ma sono rimasto sbalordito quando ho letto la maggiorazione di 50 centesimi per la divisione del dolce sullo scontrino. Non è tanto una questione di prezzo, perché li avremmo lasciati probabilmente di mancia, ma non possiamo essere noi clienti a dover pagare la crisi del Coronavirus”.
La maggiorazione non è piaciuta neanche a Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori Campania, che definisce “incredibile e ridicolo” quanto accaduto: “Comprendiamo le necessità dei gestori dei locali ma non è questa la strada. Non saranno 50 centesimi in più pagati dai clienti ad aiutare a superare la crisi del Coronavirus. Il tema dei rincari è uno degli effetti collaterali della crisi post-Coronavirus di cui si discute da giorni. I prezzi di molti prodotti hanno registrato un incremento negli ultimi giorni”.Intanto Carmine Spagnuolo, titolare del bar incriminato ha risposto alle critiche: “Riguarda i 50 centesimi della divisone della sfogliatella, ci tengo a precisare che offriamo un servizio e non si tratta solo di dividere la sfogliatella ma di servire il dolce in 2 piattini e con 2 posate al tavolo”. Nella sezione Napoli di Fanpage, si segnala la reazione del Bar la Rocca che avrebbe risposto al cliente che la maggiorazione era dovuta anche al fatto che i due avventori avevano preso anche un bicchiere d’acqua.

Ti potrebbe interessare anche: La promessa di Conte: “Cassa integrazione per tutti finché serve”