Tecnologia

Acquisti online con il Bancomat? Ora è possibile farli grazie a Bancomat Pay

Novità in arrivo per chi possiede un classico Bancomat: grazie alla nuova app Bancomat Pay, già a partire da questo mese si può usare la carta Pagobancomat anche per fare acquisti online e per i pagamenti istantanei tramite smartphone. Attualmente la platea a cui si rivolge il nuovo servizio riguarda le oltre 37 milioni di carte di debito già in circolazione, ma anche quelle appena emesse. Il servizio è nato grazie all’intesa fra l’ex consorzio Bancomat (divenuto una Spa nel 2017) e Sia, società che progetta soluzioni tecnologiche per banche e imprese, che permette anche ai titolari di carta PagoBancomat di usufruire delle funzionalità di Jiffy, ossia il wallet che consente trasferimenti di denaro istantanei tra smartphone. Dunque Bancomat Pay permetterà a chi possiede la carta Pagobancomat di poter pagare online e scambiare denaro in tempo reale utilizzando semplicemente il proprio numero di cellulare. Ancora però non tutti gli istituti di credito e gli esercenti ancora sono pronti a recepire il nuovo servizio. Dunque ci vorrà un po’ di tempo prima che le nuove modalità di pagamento virtuali vengano possano essere adottate da tutti.

Come funziona Bancomat Pay
Fino a fine 2018, i metodi accettati dai siti di e-commerce accettavano solo carte di credito e carte prepagate. Grazie a Bancomat Pay, con le carte PagoBancomat sarà possibile fare acquisti nei negozi ma anche online. E sarà consentito inviare e ricevere denaro in tempo reale dallo smartphone utilizzando semplicemente il proprio numero di cellulare.

La gestione via app
In questo momento, per fare acquisti online con il proprio Bancomat sui portali che già accettano questo metodo di pagamento è necessario impiegare l’applicazione di home banking fornita dalla propria banca (per le banche già abilitate). Fra pochi giorni, però, sarà disponibile gratuitamente l’app dedicata Bancomat Pay, che consentirà di inviare e ricevere denaro dallo smartphone in pochi secondi, senza necessità di avere con sé la carta fisica o digitarne il relativo Pin. Anche fare acquisti nei punti di vendita tradizionali convenzionati PagoBancomat sarà più facile: l’esercente inserirà l’importo dovuto sulla propria app, generando un QR Code che il cliente dovrà inquadrare con lo smartphone, autorizzando poi la transazione.

Bancomat Spa oggi in Italia detiene una quota di circa l’80% nel mercato dei pagamenti con carta di debito. Lo sviluppo dei servizi digitali rientra nel nuovo piano industriale messo a punto dalla società. Entro fine 2019 il circuito procederà alla completa sostituzione delle vecchie tessere non ancora abilitate all’uso contactless. Il servizio Jiffy di Sia, basato su bonifico SEPA, convivrà con Bancomat Pay fino a giugno, per poi scomparire gradualmente ed essere rimpiazzato del tutto.

 

Ti potrebbe interessare anche: Pagamenti elettronici, a Londra i musicisti di strada si pagano con un’App