Esteri

Non può essere operato a causa della pandemia: Adrien muore di cancro a 46 anni

Terapie intensive sovraffollate, restrizioni sanitarie, esami di routine e visite sospese. La pandemia sta mettendo a dura prova tutti gli ospedali del mondo, che tra alti e bassi di seconde e terze ondate di Covid-19 cercano di affrontare al meglio l’epidemia. Ma non c’è solo il Covid da curare, perché le altre malattie non certo andate in lockdown. Da un anno a questa parte però, ammalarsi è diventato un lusso che può essere fatale. Come scoprire di avere un cancro operabile, ma versi annullare l’intervento salvavita annullato a causa della pandemia. E’ morto così Adrian Rogers, 46enne di Retford, in Regno Unito. Come si legge sul Daily Mail, la sua storia aveva catalizzato l’attenzione dei media nella scorsa primavera, essendo diventato uno dei primi malati di cancro in Gran Bretagna, diventato poi malato terminale, a cui è stato negato un intervento chirurgico. All’epoca Adrian aveva accusato il servizio sanitario di averlo “abbandonato”. Ora, meno di un anno dopo, sua moglie Amanda ha annunciato che suo marito ha perso la sua battaglia contro il cancro il mese scorso.

La pandemia di coronavirus ha portato infatti gli ospedali inglesi al collasso e così, per far fronte ai malati di Covid, i medici hanno dovuto prima rinviare e poi annullare il suo intervento (come quelli di tanti altri malati), nonostante fosse considerato urgente e salvavita. Nel corso dei mesi però, il tumore è avanzato tanto da diventare poi inoperabile, per ammissione degli stessi sanitari. Adrian ha denunciato il sistema sanitario nazionale ma è scomparso senza riuscire a portare a termine la sua battaglia legale, che ora è passata nelle mani della moglie: “Questo virus ci ha influenzato molto. Penso spesso a cosa sarebbe accaduto se tutto questo non ci fosse stato. Forse Adrian oggi sarebbe stato ancora con noi”, ha detto la signora Rogers.

Pubblicando la notizia sulla pagina di raccolta fondi creata per raccogliere denaro per la possibile operazione dell’uomo oltre che per acquistare i farmaci molto costosi per le sue cure, Amanda ha detto: “È con il cuore spezzato che pubblico l’aggiornamento che non avrei mai pensato di dover pubblicare. Tre settimane fa il mio splendido marito Adrian è morto. È diventato molto malato rapidamente e purtroppo è morto il 27 febbraio 2021. Vorrei ringraziare ognuno di voi per averci aiutato nella battaglia di Adrian, a nome mio e di Adrian. È stato sorpreso dalla gentilezza di tutti. Per il mondo era una persona, ma per me era il mio mondo. Grazie ancora per tutto il tuo amore”.

Ti potrebbe interessare anche: La morte per overdose di Francesca, l’amica: “Volevo chiamare l’ambulanza, ma non l’ho fatto”