Aerei, alla Cina super-fornitura di Airbus

688

Anche nel trasporto aereo la Cina si conferma tra i paesi leader. Secondo molte previsioni, il paese supererà gli Stati Uniti nella dotazione di aerei civili e militari.

Con un accordo per la fornitura di 140 aerei Airbus, la Cina si conferma leader nel mercato dei velivoli. Il valore del contratto è di 22,8 miliardi di dollari e comprende  100 aerei della famiglia A320 e 40 della famiglia A350 XWB.

La compagnia acquirente si chiama China Aviation Supplies Holding Company ed è un’azienda pubblica.

decollo

La Cina nei trasporti aerei

Insieme ad altri paesi emergenti come India, Russia e Brasile, la Cina rappresenta uno sbocco importante per il commercio degli aerei. Pechino possiede enormi risorse sia nell’aviazione civile che militare. Il governo cinese ha varato misure imponenti per lo sviluppo del settore aeronautico, sia per gli investimenti a società aerospaziali che per attrarre imprese estere. Una dimostrazione di queste politiche è la costruzione del Comac C919, aereo a medio raggio che ha effettuato il primo volo il 5 maggio scorso dall’aeroporto di Pudong, zona di Shanghai. Progettato nel 2009, è stato completato nel 2012. Nonostante il mezzo sia preposto per tragitti brevi, C919 è il primo aereo realizzato in Cina. Con l’avanzata cinese nell’aviazione, sono nate anche molte aziende private che operano nel trasporto aereo. Secondo una stima   della International Air Transport la Cina dovrebbe essere prima nel comparto dei voli civili, superando anche gli Stati Uniti. Anche negli aerei militari la Cina è terza dopo Usa e Russia.

grattacielo

Gli aeroporti cinesi

Con la discesa economia della Cina è aumentato anche il traffico negli aeroporti. Uno su tutti quello di Pechino, il Pechino-Capitale secondo al mondo per grandezza. Da lì ogni giorno partono e arrivano persone da tutto il mondo, per turismo e affari. C’è poi l’aeroporto Pudong di Shangai, dove decollano e atterrano aerei in un bellissimo sfondo. Situato nel quartiere Pudong, l’interno è illuminato da luci che sembrano sospese nell’aria. Sempre a Shangai esiste un’altra struttura:  Shanghai Hongqiao, quarta nel paese per frequentazione dei passeggeri. Rispetto a quello di Pudong è più vicino al centro della città ma sono meno le compagnie di voli internazionali.

città

Il primato dell’italiana Neos

Anche la compagnia italiana Neos (del gruppo Alpitour) si è attrezzata per soddisfare la domanda di volo verso la Cina. Dall’aeroporto Malpensa ha aggiunto alla lista delle destinazioni anche Nanchino, Jinan, Tientsin e Shenyang. Neos, consapevole della crescita degli italiani desiderosi di andare in Cina, ha realizzato voli diretti da Milano e Roma. Lo scorso anno è stato inaugurata la tratta  Tientsin-Roma. Ad oggi Neos rimane l’unico vettore italiano a fare collegamenti diretti fra l’Italia e la Cina. Già dal 2013 l’aeroporto Malpensa ha vinto il riconoscimento “Chinese Friendly Airport”, conferito alla stazioni aeroportuali che si sono distinte per l’attenzione turisti cinesi che negli ultimi mesi sono cresciuti del 12%.

 

Fonte principale originale: ilsole24ore.it

CONDIVIDI