Cronaca

Alluvione Marche, lo strazio per Mattia. Il papà: “Torneremo a tirare baci dalla nostra Vespa”

“Torneremo a girare in vespa e a tirar baci, Mattia saluta tutti, vi vogliamo bene”, papà Tiziano Luconi reagisce così, con un post su Facebook e la foto di qualche anno fa in cui lui e suo figlio andavano in Vespa in giro per il paese, mandando bacini ai passanti.

Le speranze si sono spente ieri, quando il corpicino del bambino di 8 anni è stato ritrovato a 13 chilometri dal punto in cui un’ondata di detriti l’aveva strappato dalle braccia di mamma Silvia, nei pressi di Barbara, in provincia di Ancona. Il bimbo, autistico, era terrorizzato e impotente,

Anche se si aspettano le conferme dell’esame del dna, il bambino è stato riconosciuto dalla maglietta, mentre nei giorni scorsi erano stati rinvenuti il suo zainetto e le sue scarpe.

Due comunità in lutto, Barbara dove lavora Serena e San Lorenzo in Campo, dove risiede Tiziano, si stringono intorno ai genitori, separati da tempo.

“C’è un clima di tristezza per tutti, surreale, l’unica speranza è che aver trovato il bimbo possa in qualche modo dare un po’ di sollievo ai famigliari”, ha detto straziato dal dolore il sindaco di San Lorenzo in Campo, Davide Dellonti.

“Speravo non lo trovassero più” aveva commentato ieri, Tiziano Luconi, mentre l’ex moglie, Serena Mereu, aveva invece chiesto di continuare: “So che le speranze sono finite, ma voglio poterlo seppellire”.

Commovente il gesto del padre di pubblicare una foto che riprende il sorriso e la gioia di Mattia, che resterà per sempre nei cuori della comunità.

Torna su