People

Diventa ingegnere a 86 anni: “Giovani non fermatevi alla prima sconfitta, ma osate tutto il possibile”

Una laurea magistrale ad honorem in ingegneria meccanica per la sua capacità di innovazione, curiosità e tenacia nel portare avanti un’idea. Nel giorno del suo 86esimo compleanno Amilcare Merlo, fondatore e presidente dell’omonimo gruppo di Cervasca, leader mondiale nel settore dei sollevatori telescopici, è riuscito a raggiungere oggi il suo grande traguardo: “Questo riconoscimento per me è il massimo della soddisfazione, sono molto onorato ed emozionato. Rappresenta la vera fotografia di cosa è stata tutta la mia vita. Ho sempre cercato e ho avuto dei riferimenti molto chiari, che erano la innovazione, la curiosità, la tenacia per portare avanti un’idea – ha affermato emozionato il neo ingegnere Merlo in un intervista con la Stampa -. Oggi mi sento di dire ai giovani: osate tutto quello che è possibile, chi non osa non riceverà mai nulla. Non fermatevi, cercate, siate curiosi, mettete anche in conto che sarà difficile, richiederà molto sacrificio. Non ci si può fermare alla prima sconfitta. Fermarsi in mezzo all’oceano sarebbe un disastro. Bisogna arrivare dall’altra parte”.

La motivazione ufficiale riguarda le sue “eccezionali capacità tecniche con cui ha guidato lo sviluppo di numerosi progetti innovativi nel campo della meccanica e per lo spirito imprenditoriale grazie al quale ha fondato e dirige una impresa di livello internazionale di sicuro impatto economico e sociale nel territorio in cui è radicata”. Amilcare Merlo, infatti, ha ampliato l’attività paterna, fondando nel 1964 a San Defendente di Cervasca (Cuneo) la Merlo, divenuta oggi un importante gruppo industriale a conduzione familiare con 500 milioni circa di fatturato e oltre 1.400 dipendenti, che progetta, produce e commercializza i propri prodotti a marchio “Merlo”, “Treemme” e “Tecno”.
La cerimonia ufficiale si è tenuta oggi al Politecnico di Torino, ed è stata aperta dal rettore Guido Saracco: “Oggi è una data iconica, il 1934 è un anno a me caro, perché mio padre è del 1932. Sono molto affezionato alla vostra generazione, che letteralmente ha costruito questo paese dalle macerie della guerra. Mio padre nasce in una cascina e al Politecnico è diventato ingegnere. Posso dire, dopo aver visto l’azienda Merlo e l’affetto sincero che i territorio le riserva, che lei ingegnere lo è diventato sul campo. Rendiamo onore a quello che ha fatto per il territorio e per questo Paese”.Il Gruppo Merlo è specialista nel settore delle macchine operatrici telescopiche e sotto la guida di Amilcare Merlo è diventato leader internazionale nel proprio settore. Per le sue capacità imprenditoriali, nel 2002 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere e di Ufficiale al Merito Agricolo della Repubblica francese e dell’Ordine al Merito del Lavoro – Cavaliere del Lavoro della Repubblica italiana e ha ottenuto numerosi altri riconoscimenti in Italia e all’estero, come la “Légion d’Honneur” della Repubblica Francese. Inoltre, dal 2010 al 2013 ha ricoperto la carica di Vice Presidente Vicario di Confindustria Cuneo e dal 2013 è componente di diritto del Consiglio Generale di Confindustra Cuneo.

Ti potrebbe interessare anche: Dramma a Lecce, un infermiere in quarantena si toglie la vita

Articoli correlati