Interni

Dopo Al Bano, Toto Cutugno: “Non fatelo più entrare in Ucraina”

Un vero e proprio conto aperto quello tra l’Ucraina e gli artisti italiani. Se infatti nei giorni scorsi a fare scalpore (scatenando anche l’ironia social, sempre puntualissima con meme e frasi a effetto) era stata la notizia di Al Bano inserito nella black list del Paese, adesso c’è un altro nome a finire nello scomodo quanto chiacchieratissimo elenco. Quello, udite udite, di Toto Cutugno. Anche nei suoi confronti, infatti, è scattato un vero e proprio ostracismo.

Un gruppo di deputati ucraini avrebbe infatti chiesto al capo dei servizi di sicurezza (Sbu) Vasily Gritsak di precludere l’ingresso in Ucraina al cantante Toto Cutugno per le sue presunte posizioni filorusse: una rivelazione pubblicata dall’Ansa, che ha citato come fonte uno dei parlamentari che hanno avanzato la richiesta, Viktor Romanyuk. Confermando il contenuto di un articolo apparso ieri su Economistua.com che aveva anticipato di fatto la notizia.
La testata online aveva pubblicato una copia di quello che dovrebbe essere il documento inviato dai parlamentari all’Sbu. Toto Cutugno, che avrebbe in teoria un concerto in programma a Kiev il 23 marzo, viene definito “un agente di appoggio della guerra della Russia in Ucraina”. Romanyuk ha dichiarato all’Ansa che la richiesta è stata lanciata “perché Cutugno fa parte dell’associazione Amici di Putin e ha sostenuto l’annessione della Crimea”.“Su internet – ha aggiunto – ci sono molte informazioni sulla sua posizione riguardo all’occupazione della Crimea”. Una storia che, a sua volta, non mancherà di far discutere. Al Bano aveva commentato la notizia con buona dose di ironia: chissà se anche Cutugno deciderà di seguire il suo esempio.

Al Bano nella lista nera ucraina: “Minaccia la sicurezza nazionale”