People

Roberto Angelini lascia Propaganda Live: “Chiedo scusa a tutti”

Travolto dal caso della sua dipendente assunta in nero, Roberto Angelini lascia Propaganda Live: “Chiedo scusa. Ho sbagliato e mi dispiace. Ripongo la chitarra nella custodia e mi prendo una pausa”. Lo scrive su Facebook Angelini, annunciando la decisione di lasciare Propaganda live, trasmissione su La7 condotta da Diego Bianchi. La decisione arriva dopo la denuncia, da parte di una sua dipendente, per lavoro in nero cosa che, come lui stesso aveva scritto su Facebook in un precedente post, gli ha causato una multa da 15mila euro. (Continua a leggere dopo la foto)

Roberto Angelini gestisce, infatti, un ristorante giapponese a Roma. Nel post dei giorni scorsi, il cantante aveva raccontato di essere “stato denunciato da un’amica alla guardia di finanza” per lavoro in nero. Si è poi scoperto che la vicenda non era proprio così e per lui le cose si sono complicate. La ragazza, infatti, era stata semplicemente fermata dalla finanza durante la consegna di un delivery. Alla domanda per chi lavorasse, ha risposto dando il nome del ristorante di Angelini. (Continua a leggere dopo la foto)

Solo successivamente la finanza, facendo controlli per accertare la veridicità di quell’affermazione che giustificasse il suo essere in giro dopo il coprifuoco, ha scoperto che la ragazza non fosse assunta regolarmente. Dunque, non è stata lei a denunciare la sua condizione lavorativa agli agenti. Da lì ne è poi susseguita una serie di post sui social di attacchi incrociati. Poi la scoperta della verità e l’ammissione da parte di Angelini che ha subito chiesto scusa a tutti.

Ti potrebbe interessare anche: “Sembri Miss Piggy”. Consigliere FdI fa body shaming sulla candidata. La replica da applausi