Tecnologia

Apple Watch individua il diabete con precisione

Le nuove tecnologie sono utili per molteplici scopi. L’ultima innovazione di Apple Watch potrebbe letteralmente cambiare il mondo in cui ci approcciamo alle diagnosi preventive. Il dispositivo high tech sarebbe infatti in grado di individuare il diabete in chi lo indossa, con una precisione dell’85%. Come? Attraverso la misurazione della frequenza cardiaca con la app che rileva la frequenza cardiaca.

Secondo uno studio (Cardiogram) condotto da Brandon Ballinger, che di Cardiogram ne è il fondatore, i risultati sono a dir poco sorprendenti: su 14mila utenti monitorati, la app dell’orologio è stata in grado di diagnosticare la malattia e ben 462 persone semplicemente utilizzando lo stesso tipo di sensore che altre bande di fitness possiedono come altri dispositivi oltre ad Apple Watch, tipo Android Wear.

Leggi anche: Apple, la nuova sfida: tutelare la fruizione dei più piccoli

Frequenza cardiaca? La spia delle malattie genetiche

Già qualche anni fa la Framingham Heart Study ha dimostrato che osservare e registrare i dati della frequenza cardiaca a riposo, più in particolare lai sua variabilità, può predire in modo significativo sia malattie congenite come il diabete, sia l’ipertensione.

Queste malattie sono in aumento soprattutto nei paesi più sviluppati. Spesso vengono diagnosticate in fase già avanzata e molti ci convivono senza effettivamente sapere di essere già malati.

apple-watch-cardio-diabeteLa tecnologia, in questi casi, è rivoluzionaria. Un semplice dispositivo può salvare la vita: preagnosticando la malattia in tempi non sospetti, si può passare alla cura preventiva o intervenire quando la patologia non è ancora grave.

Lo studio Cardiogram aveva già effettuato esperimenti simili con eccellenti risultati: grazie ad Apple Watch, si era stati in grado di rivelare un ritmo cardiaco sospetto nel 97% delle osservazioni condotte, oltre a riscontrare altre patologie come l’apnea notturna e l’ipertensione.

Tutto questo è stato possibile mediante la combinazione tra l’app e l’algoritmo basato sull’intelligenza artificiale del programma che utilizza il cardiogramma.

Ballinger sta investendo sulla questione in quanto il diabete è diventata una malattia molto diffusa anche negli Stati Uniti. Secondo gli ultimi dati a riguardo, ne soffrono più di 100 milioni di adulti. Più di 1 su 4 non viene diagnosticato tempestivamente. É ovvio che una diagnosi precoce serve al cittadino, come allo Stato in termine di assistenza sanitaria.

Guarda il video: Lo smartphone da polso che proietta ologrammi

apple-watch-glucometro-diabetePrecisione e grande bacino d’utenza

L’innovazione della app di Apple Watch sta nel fatto che questa grave malattia può essere presa in tempo senza svolgere particolari esami come ad esempio delle analisi per stabilire i livelli di glicemia nel sangue. Poco invasivo ed estremamente attendibile.

Inoltre c’è un ulteriore vantaggio da non sottovalutare: il grande pubblico che può interessare. Una campagna sulla malattia non arriva a tutti, nonostante una buona promozione. L’orologio high tech può contare invece su un bacino più ampio. Di conseguenza può agire in maniera trasversale e allertare la persona per proseguire poi con analisi mediche più specifiche.

Scienza e tecnologia si aiutano a vicenda, affrontando sfide inimmaginabili solo fino a pochi anni fa. E vista l’attendibilità di Cardiogram, il suo fondatore fa sapere che si impegnerà ad approfondire risultati in ambito medicale, integrando nuove e più specifiche funzionalità nella app, al fine di rilevare dati che possono allertare su altri tipi di malattie sempre in base alla combinazione di dati provenienti dal monitoraggio del battito cardiaco e combinato con gli algoritmi dell’A.I.

Guarda il video: Cicret Bracelet: lo smartphone sulla tua pelle
apple_diabete