People

Asia, a 16 anni salva una donna con il massaggio cardiaco: “Imparate tutti a farlo”

Asia è una giovane eroina di soli 16 anni. Praticando per la prima volta un massaggio cardiaco, dopo aver superato a novembre il corso da  soccorritrice della Croce rossa italiana, ha salvato la vita a una donna che si era sentita male nel centro di Milano. “Ho agito d’istinto, senza pensare. Solo più tardi mi sono resa contro di quello che avevo fatto. Non avrei mai pensato potesse succedermi una cosa del genere”, ha raccontato a Fanpage. “Ero in piazza Duomo con alcuni amici, eravamo andati a vedere un film e ci eravamo seduti sui gradini, quando abbiamo visto un capannello di gente. Mi sono avvicinata per vedere cosa stesse succedendo e ho visto una ragazza per terra svenuta”.

Quando si è resa conto di quello che stava succedendo, la ragazza non si è fatta prendere dal panico, ha chiesto informazioni alla persona che era con la donna priva di sensi e si è offerta di intervenire: “Mi sono avvicinata, ho cercato di capire se respirava, ma non dava segni. Allora ho iniziato il massaggio cardio-respiratorio. Ho fatto 20 compressioni, la ragazza ha aperto gli occhi e l’ho girata in posizione di sicurezza fino all’arrivo dell’ambulanza”, ricorda Asia. La studentessa, che frequenta l’Itsos Albe Steiner di Milano, ha applicato una tecnica che viene insegnata nei corsi di primo soccorso che ha frequentato lo scorso autunno, la Gas – Guarda, ascolta, senti, riporta Fanpage.

La donna si è ripresa dopo il primo ciclo di massaggi ed è poi stata presa in carico da un equipaggio del 118, con cui Asia si era messa in contatto telefonico durante le manovre di rianimazione. Dopo che la notizia del suo gesto è stata raccontata dal quotidiano Il Giorno, Asia ha ricevuto complimenti e attenzioni che non si aspettava: “All’inizio l’ho detto a poche persone, poi quando si è venuto a sapere ne abbiamo parlato con il gruppo della Croce Rossa, erano tutti molto fieri. È la prova che quello che viene insegnato non è solo teoria, ma può salvare una vita”.

La voce si è sparsa rapidamente anche a scuola. “Io volevo tenerlo per me, ma si è saputo e mi fa piacere – spiega Asia -, è giusto che la gente sappia che i ragazzi della mia età possono anche dare esempi positivi. Spero di essere un esempio positivo, ma non mi interessa mettermi in mostra. Quello che sono riuscita a fare è solo la conseguenza di ciò che mi è stato insegnato”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Si taglia una mano con l’accetta, i medici riescono a riattaccargliela: intervento storico