People

Azzolina, l’ennesima gaffe in diretta: e l’immunologa Viola le dà una bella lezione

Si sa che nella vita non si finisce mai di imparare. Anche se sei il ministro dell’Istruzione e anche se pensi di sapere tutto e di aver gestito alla grande il tuo ministero durante una pandemia. Lucia Azzolina, la ministra più attaccata e discussa del governo (e a ragione), non finisce mai di stupire. La sua sicumera è ormai nota: lo sanno i sindacati, con i quali non vuole neanche dialogare,  lo sanno gli insegnanti e gli studenti. Lei fa di testa sua, è piena di certezze e non si ferma di fronte a nulla, nemmeno di fronte a un’esperta come l’immunologa Antonella Viola, la quale, in diretta a “Otto e Mezzo” ha fatto fare una bella figuraccia alla ministra dell’Istruzione.

Ospite di Lilli Gruber nella puntata di martedì 20 ottobre, Lucia Azzolina dopo essersi vantata del suo operato, poi combina il disastro. Parlando della differenza tra test sierologici e test rapidi, dopo nove mesi di pandemia, dimostra di non averne ancora capito la differenza. Già, il test sierologico è una cosa, serve per verificare la presenza di anticorpi al coronavirus nel sangue, mentre i test rapidi servono ad avere un’immediata e prima conferma alla positività e all’infezione in atto.

Ma, povera Azzolina, lei non lo ha ancora capito. Anche se è ministro. Dell’Istruzione. E Twitter si scatena, prendendola di nuovo di mira. Nel mentre, l’immunologa Antonella Viola spiega alla ministra la differenza tra test sierologico e antigenico. Azzolina, infatti, parlava dei test da introdurre nella scuola per evitare quarantene in molte classi per un solo raffreddore.

La ministra ha spiegato: “Servono i test rapidi, anche i sierologici”. Ma l’immunologa Viola l’ha corretta e ha precisato: “No, serve il test antigenico. Il sierologico è un’altra cosa, non serve a fare diagnosi”. La ministra, consapevole della gaffe e di essere entrata su un terreno scivoloso, non ammette la sua impreparazione, ma la butta sul relativismo e liquida la questione così: “Sarebbe un dibattito molto lungo”. Ministra, non c’è nessun dibattito da fare, quello che ha detto la Viola è un dato scientifico appurato.

Ti potrebbe interessare anche: Clamoroso Salvini, blocca l’ordinanza di Fontana in Lombardia: “No al coprifuoco”