Interni

Baci e abbracci senza mascherine: il “buon esempio” di Salvini

Matteo Salvini non sembra davvero aver capito il funzionamento delle normative anti-Covid in vigore, quelle che per dire i normali cittadini sono costretti a osservare con attenzione e che a lui, di contro, non sembrano tangere. Appena finito il periodo di lockdown, il Capitano non ha perso infatti occasione per lanciarsi nuovamente negli agognati bagni di folla. Finendo però puntualmente per far parlare di sé a causa di un atteggiamento non propriamente responsabile.

Sempre più spesso infatti, in barba al parere degli esperti, Salvini è immortalato con la mascherina abbassata mentre, circondato dai fan, dispensa scatti celebrativi. E d’altronde mentre gli scienziati non fanno che sottolineare come i dispositivi di protezione siano più attuali che mai, il leader della Lega ha chiarito dal palco di Lucca: “Non vedo l’ora di mandare al macero la mascherina. Non se ne può più di lavorare al computer e portare la mascherina, naturalmente usando la testa”.
“Quando sento parlare alla tv del rischio di una seconda ondata a ottobre, faccio gli scongiuri. Forse c’è chi spera di tornare a campare di rendita. Mi sembra che rischia di fare più danni il dopovirus che il virus”, ha aggiunto Salvini. Poi via di nuovo, lanciandosi in scatti che lo vedevano abbracciare i fan e togliere la mascherina prima di ogni click per regalare ai presenti il suo sorriso.Resta il dubbio, insomma, che Salvini non abbia capito un passaggio: il modo più semplice per evitare una nuova impennata dei contagi (quella che si è vista a Pechino, per dire) è proprio quello di fare piccoli sacrifici e rispettare delle normative tutto sommato non così castranti per le proprie libertà personali. Dimostrarci responsabili, ora che è possibile muoversi e incontrarsi, per non pagare dazio ancora in futuro. Il Capitano, però, da questo orecchio non sembra proprio sentire.

Pd e 5S all’attacco di Conte: cala il gelo dopo la proposta sull’Iva