Giustizia

Bambina di 5 anni in ospedale per il mal di pancia, il medico sospetta abusi sessuali

La portano in ospedale per un banale mal di pancia. La piccola ha solo 5 anni. Ma quando le viene fatta la visita emerge un’altra drammatica verità. E la squadra mobile di Mantova inizia subito a indagare per una presunta violenza sessuale su di lei. La vicenda risale a lunedì scorso, e la riporta Repubblica. La madre si è presentata con la piccola al pronto soccorso pediatrico dell’ospedale. Da qualche giorno, infatti, la bimba lamentava dolori alla pancia. La visita ginecologica ha permesso di evidenziare degli ematomi che sarebbero compatibili con una violenza sessuale subita.

La bambina è già stata dimessa e nei prossimi giorni potrebbe essere sentita dagli investigatori in un ambiente protetto. Nel frattempo sono stati ascoltati i famigliari, da cui non sarebbe emerso nulla. Il contesto in cui vive la piccola è stato definito normale dagli investigatori e, quindi, si stanno allargando i controlli sulle persone che la bambina avrebbe frequentato ultimamente. Le indagini, vista la delicatezza, stanno accelerando ma per il momento nessuno sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati.

Come riportato da Il Corriere, la piccola, arrivata al pronto soccorso per essere visitata in seguito a forti dolori al basso ventre, è stata trattenuta dai medici che hanno allertato le forze dell’ordine. I sanitari che l’hanno visitata, notando qualcosa di anomalo, hanno preferito far vedere la piccola a un ginecologo che avrebbe confermato i sospetti dei colleghi. Nei giorni precedenti la bimba sarebbe stata violentata. Gli agenti della squadra mobile di Mantova hanno ora avviato le indagini, coordinate dalla procura, per riuscire a capire se i sospetti dei medici siano effettivamente confermati e reali.

I genitori della bambina verranno nei prossimi giorni ascoltati dagli inquirenti, per ricostruire gli ultimi spostamenti della figlia e rintracciare le persone con cui è venuta a contatto. La piccola è stata quindi ricoverata due giorni nella struttura ospedaliera, mentre l’ospedale ha segnalato il fatto alla polizia. In poco tempo la squadra mobile ha avviato le indagini di rito. Intanto la procura di Mantova ha aperto un fascicolo contro ignoti. La bambina adesso ha fatto ritorno a casa dove verrà comunque seguita da alcuni specialisti.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Addio eroi”. In Australia tre vigili del fuoco muoiono per spegnere le fiamme