People

“Vaccinare subito tutti i calciatori di Serie A”. La proposta di Bassetti divide

Il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, il Professor Matteo Bassetti, uno dei virologi più seguiti in tv e sui social, ha lanciato una proposta molto divisiva che ha acceso l’ennesimo dibattito: vaccinare i giocatori di calcio di Serie A. Questa è la sua idea per dare scacco matto al Covid 19. Bassetti si è espresso attraverso il suo profilo Instagram, e ha spiegato che per lui ci sarebbero più pro che contro nell’accettare la possibilità di una vaccinazione di massa nei confronti dei campioni di calcio. (Continua a leggere dopo la foto)

Per Bassetti sarebbe utile soprattutto per scongiurare pregiudizi e perplessità sull’efficacia dei vaccini. Il post arriva in un momento particolare del nostro campionato, a poche ore dall’ultimo caso che ha spaccato in due nuovamente il settore a causa della mancata disputa della gara tra Torino e Lazio per i tanti positivi all’interno della squadra del toro. (Continua a leggere dopo la foto)

La tesi del Porf. Bassetti è fondata su un triplice pensiero: vaccinare i giocatori permetterebbe di frenare l’epidemia nel mondo del calcio, creando a quel punto un ‘effetto bolla’ attorno ai gruppi squadra evitando ulteriori situazioni come l’ultima descritta. (Continua a leggere dopo la foto)

Il vaccino ai calciatori avrebbe anche un effetto a catena sulla popolazione: “Faccio un esempio – scrive Bassetti – se si vaccinasse Cristiano Ronaldo un campione assoluto e amatissimo, chissà quanti tifosi seguirebbero l’esempio…”.

Ti potrebbe interessare anche: Piano vaccini, tutti gli errori dell’Italia: dalle dosi inutilizzate agli over 70 esclusi