Interni

Musumeci sfida Draghi: per attraversare lo Stretto basta un tampone

Alla fine Nello Musumeci è stato di parola. Il presidente della Regione Sicilia aveva concesso 24 ore di tempo al ministro della Salute Roberto Speranza per provvedere a togliere l’uso del Super green pass obbligatorio per attraversare lo Stretto di Messina. Nella giornata del 18 gennaio Musumeci firma un’ordinanza che permette ai passeggeri dei traghetti di esibire solo un tampone negativo. La decisione arriva dopo che il sindaco della città peloritana, Cateno De Luca, ha occupato il porto iniziando uno sciopero della fame. A Messina in suo soccorso era arrivato anche il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè

Foto Alberto Lo Bianco/LaPresse3-12-2019 Palermo, Il Ministro per gli affari Regionali Boccia in visita a Palermo incontra il Presidente della Regione Nello Musumeci

Solo poche ore prima, il presidente siciliano Musumeci aveva lanciato un appello al governo Draghi e al ministro della Salute, Roberto Speranza, “affinché si sospenda l’iniquo trattamento riservato ai passeggeri non vaccinati sullo Stretto di Messina”. Altrimenti, aveva minacciato, “desidero precisare che decorse altre 24 ore, preso atto del reiterato e ingiustificabile insuccesso delle richieste rivolte al governo centrale, sarò costretto a valutare l’adozione diretta di provvedimenti straordinari a tutela della mia Regione”.

E così effettivamente è stato. La nuova ordinanza entrerà in vigore già dalle ore 14 di oggi. “Poniamo fine così  a un’assurda ingiustizia ai danni soprattutto dei passeggeri siciliani. Una norma discriminatoria del governo centrale al quale abbiamo fatto appello già da due settimane, affinché si rimediasse”, dichiara oggi Nello Musumeci. Chi sarà provvisto solo di tampone dovrà però rispettare l’obbligo di restare nella propria autovettura, mentre chi è apiedi dovrà restare negli spazi comuni all’aperto, indossando la mascherina Ffp2.

Sulla decisione di Musumeci pesa però lo scontro con il collega calabrese Roberto Occhiuto. “Musumeci non mi ha mai chiamato. Se arriveranno ordinanze le leggeremo e poi valuteremo il da farsi”, dichiarava ieri il governatore della Calabria. “È assurdo – ha ribattuto invece Musumeci – che nella Penisola ogni cittadino privo di vaccino possa spostarsi da una regione all’altra, mentre per passare dalla Sicilia alla Calabria si deve esibire il certificato verde. Sanno tutti che non sono mai stato generoso con i no vax, ma qui si mette in discussione persino l’appartenenza della Sicilia al resto d’Italia. Voglio sperare che anche il collega Occhiuto della Calabria, al quale ho preannunciato la mia iniziativa, intenda adottare lo stesso provvedimento. Roma deve smetterla di apparire arrogante o distratta verso i diritti dei siciliani”.

Potrebbe interessarti anche: Super green pass in Sicilia, ultimatum di Musumeci e De Luca a Speranza

Torna su