Interni

Berlusconi cede alle minacce di Salvini: “Voteremo no al Mes”

Silvio Berlusconi cede alle minacce di Matteo Salvini e annuncia il suo “no” al Mes. Una presa di posizione arrivata dopo che proprio il leader della Lega aveva chiarito: “Chi voterà a favore non potrà proseguire il suo viaggio al fianco della Lega”. Forza Italia ha dunque deciso per un passo indietro nonostante negli ultimi mesi avesse più volte manifestato parere favorevole all’adesione al Fondo Salva-Stati, sostenendo che le risorse a disposizione fossero fondamentali per l’Italia in un momento di crisi.“Il 9 dicembre non sosterremo in Parlamento la riforma del Mes perchè non riteniamo che la modifica del Meccanismo di Stabilità approvata dall’Eurogruppo sia soddisfacente per l’Italia e non va neppure nella direzione proposta dal Parlamento europeo” è stata la dichiarazione con cui Silvio Berlusconi ha annunciato la sua decisione.“Due sono i motivi che principalmente ci preoccupano. Il primo: le decisioni sull’utilizzo del fondo verranno prese a maggioranza dagli Stati. Il che vuol dire che i soldi versati dall’Italia potranno essere utilizzati altrove anche contro la volontà italiana – sottolinea il presidente di FI – Il secondo: il Fondo sarà europeo solo nella forma perché il Parlamento europeo non avrà alcun potere di controllo e la Commissione europea sarà chiamata a svolgere un ruolo puramente notarile”.“Purtroppo – conclude Berlusconi – sono state ignorate le nostre proposte per una indispensabile riforma del Mes che sono state confermate dal voto del Parlamento europeo. E questo non rappresenta certamente un fatto positivo. Per queste ragioni quindi Forza Italia non voterà in Parlamento per questa riforma del Mes”. A Berlusconi sono arrivati subito i ringraziamenti di Salvini e Meloni ma anche tante critiche: diversi utenti si sono affrettati a sottolineare infatti l’improvviso voltafaccia azzurro sull’argomento.

C’è un libro sul “perché ammirare Salvini”. Ma le pagine sono tutte bianche