Interni

“Caro Matteo, è finita la pacchia”. Berlusconi ora gongola e “richiama” Salvini

Un Silvio Berlusconi rinfrancato, che ha ritrovato di colpo quel sorriso sparito nel corso degli ultimi mesi. Le notizie arrivate dalla Sardegna hanno scosso il leader di Forza Italia: il successo del centrodestra, certo. Ma soprattutto il crollo dei Cinque Stelle. E poco importa se all’interno della coalizione è stato il solito Salvini a fare la parte del leone, con il partito del Cavaliere confinato tra il 9 e il 10% dell preferenze. A far sorridere l’ex premier è proprio il risultato negativo dei grillini.

“Vedrete alle europee…” gongola Berlusconi, convinto che i risultati arrivati prima dall’Abruzzo e poi dalla Sardegna non siano che l’antipasto di un crollo ancora più fragoroso che travolgerà Di Maio & co. Forza Italia continua a non accusare il colpo senza però cedere di schianto. E questa per Silvio è una notizia ottima, i cui benefici potrebbero vedersi già durante la corsa al Piemonte, con l’azzurro Alberto Cirio che potrebbe diventare il candidato del centrodestra, sostenuto anche dalla Lega.
Proprio su Salvini si sono concentrate le attenzioni di Berlusconi, convinto che Matteo non sia orma più autosufficiente. Con un Movimento così debole come compagno di governo, segnato da una crisi ormai imminente secondo le stime del Cavaliere, il Carroccio avrà così bisogno di un nuovo alleato con il quale presentarsi alle prossime elezioni che, nelle stime di Forza Italia, si avvicinano sempre di più.Le europee sono infatti per Silvio il punto di non ritorno: i Cinque Stelle andranno incontro all’ennesima sconfitta, i rapporti con la Lega si incrineranno definitivamente, Salvini tornerà all’ovile del centrodestra riabbracciando i vecchi alleati. Previsioni forse un po’ troppo ottimistiche. Ma Berlusconi ci crede davvero e chi lo conosce parla di un Cavaliere rinato, dopo tanti mesi senza più il sorriso.

Un Cavaliere senza trono: Berlusconi “sfrattato” da Mediaset