Mass Media

Obbligo over 50, Bersani cita Vasco: “Dice no a tante cose ma non al vaccino”

Ospite di Myrta Merlino a L’aria che tira, Pier Luigi Bersani cita Vasco Rossi per confermare di essere favorevole all’obbligo vaccinale per gli over 50. Secondo Bersani, quella presa dal governo è una “misura forte”. Ma l’ex leader del Pd giustifica l’utilizzo dello strumento del Super green pass sul lavoro.

Pier Luigi Bersani

“L’abbiamo accolta con la musica di Vasco, caro Bersani, non solo perché lei è un suo fan sfegatato. Ma anche perché effettivamente c’è chi dice no. – così la Merlino accoglie il suo ospite – Cioè, ancora oggi, dopo tutto questo tempo, dopo la pandemia, c’è chi dice no al vaccino. Al punto che ci sono più di 500mila persone che non possono entrare al lavoro, perdono lo stipendio. Lei è il fondatore di Articolo 1, un partito che fa un riferimento chiaro alla Repubblica fondata sul lavoro. Lei crede ci sia qualcosa di sbagliato nel fatto che oggi molte persone non possano entrare al lavoro e perdano lo stipendio?”, domanda la conduttrice a Bersani.

“Premesso che Vasco dice no a tante cose ma non al vaccino. Tanto per cominciare – replica con una battuta Bersani – E non mi sembra una persona che non sia libera. Nella testa e nella vita. Io vorrei ricordare a questi che dicono no – torna serio l’ex leader del Pd – che in questo momento, e già da un bel po’, noi abbiamo vaccinazione obbligatoria per tutti quelli che lavorano nella sanità, nella scuola e nella sicurezza”.

“Certo è una misura forte. – riflette Bersani – Ma se si ricorda che chi non è vaccinato occupa per il 74% le terapie intensive, anche nei momenti più acuti, a danno di altre patologie. Allora qui viene fuori un discorso di responsabilità individuale verso la propria salute. Ma anche di responsabilità sociale alla quale nessuno può sottrarsi a ritenersi un animale sociale. All’atto pratico sono convinto che questa misura toccherà anche, ma solo in parte, le fabbriche e le attività produttive. Il problema sarà più frequente per quella parte del pubblico impiego che è rimasta a lavorare a distanza e per i professionisti”, conclude.

Potrebbe interessarti anche: Bersani accusa Renzi: “Si è fatto la sua cassa personale nel Pd”

Torna su