Bolletta salata? Scopri come risparmiare sull’energia elettrica

1.4 K

Risparmiare sulla bolletta è possibile cambiando innanzitutto alcuni comportamenti quotidiani e poi ovviamente informandosi sulle migliori offerte presenti sul mercato.

Uno noto spot televisivo di qualche anno fa , proponeva per combattere l’insonnia notturna dovuta al caldo di tenere il cuscino in frigo. Non si trattava però di un frigo qualunque, ma fu uno dei primi frigoriferi capaci di raffreddare bene in modo intelligente risparmiando energia. In questa guida vedremo alcuni pratici consigli per tenere le nostre spese energetiche ad un livello contenuto.

L’ondata di caldo degli ultimi giorni, che tra l’altro dopo una breve tregua sembra debba ripresentarsi anche ad Agosto, ci spinge a cercare refrigerio ricorrendo a condizionatori.  Purtroppo però, a fine mese si rischierà di ritrovarsi con una bolletta salata che sicuramente ci lascerà di ghiaccio…quando ormai con il fresco di settembre e ottobre non ne avremmo neanche più bisogno!

Come risparmiare sulla bolletta della luce

Come è possibile risparmiare trovando un compromesso tra fabbisogno energetico e consumi?

Cominciamo dalle tariffe, bisogna scegliere con accortezza il nostro gestore. Oggi il mercato dell’energia è stato liberalizzato, ciò implica che non essendo più un mercato monopolistico la concorrenza abbia un effetto calmieratore sui prezzi. Esistono numerose aziende multiutility che, essendo nuove, propongono offerte vantaggiose al fine di conquistarsi clienti.

Se è vero che siamo stufi di ricevere telefonate dai call center che ci propongono un cambio di gestore e verso cui, a ragione, nutriamo poca fiducia nulla ci vieta però di informarci per conto nostro e con calma in modo da trovare la tariffa e/o il pacchetto più adatti a noi e alle nostre specifiche esigenze. Nella scelta ci viene in aiuto l’Autorità per l’energia il gas e il sistema idrico che nella sezione Trova Offerte permette di confrontare tutte le varie opzioni disponibili. E’ possibile inoltre servirsi dei comparatori online, ad esempio sostariffe.itfacile.it, supermoney.it e tanti altri.

Se il pacchetto servizi che il gestore ci offre è molto importante è bene comunque limitare i consumi, posto che la vita quotidiana nell’era moderna richiede energia elettrica in grande quantità per tutti gli utilizzi ai quali assolutamente non vogliamo rinunciare.

– Scegliendo gli elettrodomestici giusti di sicuro possiamo ottenere un risparmio.  La classe energetica che ci consente di risparmiare è la classe A. Possiamo trovare elettrodomestici che presentano una classe A+, A++, A+++. All’aumentare delle ”+”  tanto più basso sarà il consumo. Gli elettrodomestici di classe A hanno un costo più alto rispetto agli altri ma viene ammortizzato facilmente dal minor consumo e oggi nuove marchi nati di recente sul mercato offrono prezzi accessibili. Gli optional e le tipologie dei singoli elettrodomestici ovviamente fanno la differenza, e in questi casi c’è da valutare il costo opportunità, ad esempio un frigorifero no frost, che vi evita la seccatura di sbrinare il freezer ogni due per tre, presenta un consumo energetico di gran lunga maggiore rispetto ai frigoriferi a raffreddamento statico.

– Occhio alla dispersione di energia  e alla manutenzione. Sbrinate il freezer con regolarità e pulite i filtri di condizionamento almeno una volta all’anno. Anche se la noia, più che fame vera e propria, e il caldo vi spingono ad aprire il frigo spesso, cercate di trattenervi, ne beneficerà sia il portafogli che la vostra linea!

– Durante il giorno tenete le imposte chiuse, bisogna evitare che il sole filtri attraverso i vetri generando più calore, vi ricordate la leggenda di Archimede e degli specchi ustori con i quali incendiò le navi romane?  Ecco, magari il sole attraverso i vetri delle vostre finestre non vi incendierà il divano ma di sicuro creerà più calore. Aprite le imposte al calare del sole e fate arieggiare la casa alla sera e al mattino

Altre accortezze in pillole per risparmiare circa il 30% di energia

Lasciate respirare gli elettrodomestici, non poggiateli alla parete ma assicuratevi che ne distino almeno 10 cm. Produrranno meno calore e consumeranno meno energia.

Sostituite le lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo, il costo è maggiore ma viene ammortizzato nel tempo con i risparmi.

risparmio energetico

Non lasciate gli apparecchi in stand-by, il famoso puntino rosso luminoso del televisore che resta acceso  quando lo spegniamo con il telecomando, anche quello assorbe energia. Così anche quando la lavastoviglie ha terminato il ciclo e non viene spenta e rimane il pulsantino lampeggiante.

Lavatrici e lavastoviglie fatele andare sempre a pieno carico, a temperature non eccessive quando il tipo di carico lo consente. Per i bianchi non sono necessari 90°, ne bastano 60° o 40° più disinfettante apposito. Con la tariffa bioraria, è bene concentrare il maggior numero di utilizzi di elettrodomestici durante  la fascia oraria in cui il costo dell’energia è inferiore per l’utente, ossia dalle 19:00 alle 8:00 del mattino e nei  week end. Godetevi il fine settimana ma ricordatevi anche di fare la lavatrice e di stirare!

– I nostri smartphone hanno la batteria perennemente scarica, consumano molta energia per via delle applicazioni che utilizziamo, in pratica, per qualsiasi cosa! La loro batteria richiede delle cariche frequenti, ricordiamoci però di staccare il carica batteria dalla presa una volta che il ciclo di carica è completo.

– Sembra banale ma...ricordiamoci di spegnare le luci! Se non è necessario non accendiamo la luce per abitudine, se la luce naturale è sufficiente e noi non stiamo facendo nulla per cui sia necessario un’illuminazione maggiore, evitiamo di accenderla. Quando ci spostiamo da una stanza all’altra, prendiamo l’abitudine di spegnere le luci.

– Come detto in precedenza, tutti gli elettrodomestici andrebbero spenti del tutto o ne andrebbe staccata la spina ma se ci rendiamo conto che ci addormentiamo con la TV accesa, meglio programmarne l’autospegnimento e lasciarla con il ”pallino rosso” piuttosto che lasciarla accesa del tutto.

telvisori risparmio standbay

Queste sono piccole accortezze che realmente ci aiutano a risparmiare, diversamente accade per alcuni dispositivi che vengono venduti in rete e che promettono un risparmio energetico. Si tratta di dispositivi, simili a una scatola con qualche led lampeggiante, che se attaccati alla presa elettrica riducono il consumo di corrente, alleggerendo di conseguenza la bolletta. In realtà non sono nient’altro che condensatori che lievemente possono influire sull’intensità di corrente ma non sul consumo della potenza reale sulla quale viene calcolata la bolletta.

L’organizzazione di consumatori Altroconsumo ha testato uno di questi dispositivi, facendo una prova prima e dopo con lo stesso quantitativo di elettrodomestici accesi per lo stesso tempo. Risultato? Nessuna differenza, quindi per risparmiare davvero è bene non acquistare questo dispositivo.

Altre guide al vivere quotidiano

Ristrutturazione edilizia: https://www.business.it/ristrutturazione-edilizia-e-ecobonus-come-usufruire-delle-detrazioni/

Dichiarazione dei redditi: https://www.business.it/dichiarazione-dei-redditi-indicazioni-e-scadenze-per-presentazione-modello-730/

Credito d’imposta: https://www.business.it/il-credito-di-imposta-nella-legge-di-stabilita-2017-come-usufruirne-guida/

CONDIVIDI
Marina Loconte
Una laurea in psicologia superata dalla passione per la scrittura. Ama scrivere di attualità, affamata di notizie, da due anni si dedica alla ricerca ed all’informazione su start up ed innovazione digitale. Adora viaggiare ed ascoltare musica rock.