alberghi bonus 2017

Bonus alberghi, slitta il termine per le domande. Proroga anche per il 2017

1.8 K

Ancora pochi giorni per richiedere il bonus alberghi. Il terminedelle domande per ottenere il credito d’imposta del 30%, per i lavori di riqualificazione sulla struttura effettuati nel 2016, è stato infatti prorogato alle 16 di venerdì 3 febbraio. Slitta anche il click day in programma dalle ore 10:00 di martedì 7 febbraio fino alle ore 16:00 di mercoledì 8 febbraio.

Le agevolazioni, fino a una spesa massima di 200 mila euro,  possono essere richieste per lavori di ristrutturazione edilizia, efficientamento energetico, abbattimento delle barriere architettoniche, ma anche spese sostenute per l’acquisto di mobili destinati alle strutture oggetto di lavori agevolati.

La richiesta va presentata in forma telematica attraverso il Portale dei Procedimenti, e deve essere corredata della documentazione che attesta le spese effettivamente sostenute.
Se gli incentivi stanziati per gli interventi nelle strutture turistiche si avviano a scadere, va ricordato che la legge di Stabilità 2017 prevede una proroga per i prossimi anni di imposta.

Cosa prevede la proroga del bonus alberghi

bonus-aberghi-ristrutturazioniCon lo scopo di sostenere le strutture ricettive a migliorare l’offerta turistica del paese, la Legge di Stabilità 2017 ha previsto una detrazione fiscale fino al 65% per i prossimi anni. La detrazione, fino a un massimo di 200 mila euro, potrà essere richiesta da quelle imprese alberghiere e dalle strutture che svolgono attività di agriturismo, che effettuano interventi di ristrutturazione. Per il 2018 il Governo ha stanziato 60 milioni di euro, 120 milioni per il 2019 e 60 milioni per il 2020.

 

Fra gli interventi che consentano l’accesso alla detrazione ci sono:

  • la manutenzione straordinaria
  • il restauro e il risanamento conservativo
  • la ristrutturazione edilizia
  • l’eliminazione delle barriere architettoniche
  • l’incremento dell’efficienza energetica
  • l’acquisto di mobili e componenti d’arredo destinati esclusivamente agli immobili oggetto degli interventi.

Chi può richiedere il bonus alberghi

bonus-alberghiLa Legge di Stabilità 2017 prevede che possano usufruire dell’incentivo Alberghi, Residence, Villaggi e Agriturismi (così come definiti dalla legge 20/02/2006, n. 96).
Per avere diritto al credito di imposta le imprese devono essere costituite dal 1 gennaio 2012 e rispondere alla definizione di struttura alberghiera, che fra l’altro prevede la presenza di non meno di sette camere destinate all’alloggio degli ospiti.

Come presentare domanda per il bonus alberghi

Coloro che intendono beneficiare delle agevolazioni devono presentare istanza al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Le domande vanno presentate a partire dall’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese: ad esempio per interventi effettuati quest’anno la domanda dovrà essere presentata nel 2018.
Le richieste dovranno pervenire esclusivamente per via telematica, e dovranno essere accompagnate dalla documentazione relativa alle spese sostenute.

Il credito d’imposta accordato potrà essere usato solo in compensazione, attraverso la presentazione del modello F24 con i servizi Fisconline e Entratel.

[Foto di Marco Bellucci-Flickr]

CONDIVIDI