Europa

Boris Johnson nuovo leader dei Tory: da domani sarà primo ministro: “Attuare Brexit”

È Boris Johnson il nuovo leader dei Tory, domani sarà proclamato primo ministro. Il Partito conservatore ha quindi scelto il successore a Theresa May. Boris Johnson nel suo primo messaggio ha spiegato che “il lavoro comincia adesso”. Il principale avversario è il Partito laburista di Jeremy Corbyn. Tra gli obiettivi principali già annunciati: “Realizzare la Brexit e unire il Paese”. L’uscita del Regno dall’Ue, ha ribadito, deve essere portata a termine entro “il 31 ottobre”.

L’ex sindaco di Londra, 55enne, ha sconfitto l’altro candidato finalista, il ministro degli Esteri Jeremy Hunt. Parlando ai membri Tory che lo hanno votato e riferendosi ai suoi critici ha affermato: “So che ci sarà chi contesterà la saggezza della vostra decisione”.

Johnson ha inoltre parlato della necessità di “ridare energia” al Paese e al partito e di essere positivi. La portavoce della Commissione Europea, Natasha Bertaud, da Bruxelles ha riportato le congratulazioni di Jean-Claude Juncker: il presidente della Commissione Europea “intende lavorare con lui nel miglior modo possibile”.

Il leader laburista Jeremy Corbyn ha raccolto la sfida di Johnson, twittando: Boris “ha ottenuto il sostegno di meno di 100 mila membri del Partito conservatore non rappresentativi (del Paese), promettendo tagli di tasse per i più ricchi”. “Il popolo deve decidere chi debba diventare in un’elezione generale”.

La Brexit senza accordo è a suo parere dannosa per la Gran Bretagna.  La maggioranza su cui può contare in Parlamento è esigua, appena tre deputati, e i (pochi) conservatori filo-europei sono già sul piede di guerra per bloccare una Brexit catastrofica senza accordi; e dall’altro lato l’Europa non sembra intenzionata a fare alcuna concessione.

I margini di manovra sono dunque molto stretti: per cui è probabile che Boris decida di andare presto a elezioni anticipate per ottenere un mandato popolare chiaro alla “sua” Brexit. Quale volto questa avrà, cominceremo a scoprirlo domani pomeriggio, quando Johnson pronuncerà il suo primo discorso sulla soglia di Downing Street.

 

Ti potrebbe interessare anche: Brexit, la svolta di Corbyn: “Chiediamo referendum bis e faremo campagna per restare in Europa”