Europa

Brexit, Regno Unito e Eruopa raggiungono l’accordo. Juncker e Johnson: “Intesa equa”

Brexit, raggiunto l’accordo con l’Europa. Lo rende noto tramite Twitter il portavoce della Commissione Ue Jean-Claude Juncker. Secondo il presidente si tratta di un’intesa “equa e equilibrata”. Immediata la risposta del premier britannico Johnson: “Abbiamo un nuovo grande accordo che riprende il controllo: ora il Parlamento dovrebbe concludere la Brexit sabato, così possiamo passare ad altre priorità come il costo della vita, il servizio sanitario nazionale, i crimini violenti e il nostri ambiente”.

Anche Johnson ha annunciato via Twitter l’accordo. Intesa che tuttavia deve ancora passare al vaglio del Parlamento britannico in seduta sabato. Il tweet di Johnson è stato diffuso mentre il primo ministro lasciava Downing Street da un’uscita posteriore, in partenza verso Bruxelles dove è previsto che si rivolga ai leader dei 27 Paesi Ue prima del Consiglio Europeo al via nel pomeriggio.

Nel breve messaggio, BoJo evita qualunque riferimento all’atteggiamento negativo annunciato alcune ore fa dagli alleati unionisti nordirlandesi del Dup, ma incoraggia il Parlamento britannico a dare il via libera all’intesa in modo che il Regno possa poi “muoversi – scrive – per affrontare le altre sue priorità, come il costo della vita, l’Nhs (sanità pubblica), la criminalità violenta e l’ambiente”.

Alla notizia dell’accordo accelerano le Borse europee. Milano avanza dello 0,9% e Londra sale dello 0,58% mentre vola la sterlina che inverte la rotta e guadagna lo 0,5% sull’euro a 1,30. Contro l’accordo raggiunto in extremis si schiera però il Dup, il partito degli unionisti nordirlandesi. “Leggete la nostra dichiarazione. Non è cambiata”. Così dal Dup si è smentita la notizia di un appoggio degli unionisti nordirlandesi al nuovo accordo sulla Brexit. La dichiarazione è quella con cui questa mattina il partito faceva trapelare i suoi dubbi.

A spiegare l’accordo anche una lettera che Juncker ha spedito al presidente del Consiglio europe Donald Tusk. “‘Penso sia giunto il momento di completare il processo di uscita” del Regno Unito dalla Ee e di concentrarci il piu’ rapidamente possibile sulla negoziazione della futura partnership con il Regno Unito.

“I negoziatori hanno raggiunto un accordo su un protocollo rivisto sulla questione del confine tra Irlanda e Irlanda del Nord e su una nuova dichiarazione politica relativa agli obiettivi della futura relazione tra Ue e Regno Unito”. Entrambe le intese ‘hanno il sostegno della Commissione europea, sottolinea Juncker, che invita il Consiglio Europeo ad approvarle in occasione della prossima riunione.

Soddisfazione è stata espressa anche dal capo negoziatore dell’Ue Michel Barnier.”La pazienza è una virtù e la Brexit è una scuola di pazienza. Abbiamo trovato un accordo sul recesso ordinato e sul quadro delle nostre relazioni future. E’ il risultato di un lavoro intenso”. Secondo Barnier, l’accordo ha soprattutto il pregio di evita dogane fisiche alle frontiere in Irlanda.

 

Ti potrebbe interessare anche: Brexit, la scadenza è vicina e il Regno Unito è nel caos più totale. Cosa succede ora?