Social

Burioni contro i no-vax, la Maglie accusa: “Pronto a leggi razziali”

Roberto Burioni non ne fa passare liscia una ai no-vax. Il virologo, infatti, si dimostra sempre pronto a ribattere sui social network e in televisione a quelle che bolla come fake news propagandate dal movimento anti vaccinista. Uno dei suoi ultimi tweet ha però suscitato la veemente reazione di Maria Giovanna Maglie. La giornalista è convinta che Burioni sarebbe anche pronto ad avallare “leggi razziali”.

La personale battaglia di Roberto Burioni contro i no-vax si è arricchita negli ultimi giorni di diverse prese di posizione. Il virologo è tornato prepotentemente in testa ai trend di Twitter dopo che si è messo a polemizzare con l’azienda NaturaSì. “Se una catena di supermercati liscia il pelo ai no-vax deve mettere in conto di perdere i clienti che hanno fatto il proprio dovere di cittadini vaccinandosi. Con me NaturaSì ha chiuso”, ha cinguettato il virologo entrando in polemica anche con il giornalista Nicola Porro.

“Sono stati somministrati 4 miliardi di vaccini senza conseguenze rilevanti in termini di effetti collaterali. – ha poi ribadito in un altro tweet – Se fossero state dosi di antipolio Sabin (fatto da tutti da piccoli) avremmo registrato circa 7000 casi di paralisi gravissime. Il vaccino contro Covid-19 è sicurissimo”. E poi, ancora, “vaccinatevi. E se il vostro ginecologo, senza un motivo specifico, vi dice di non vaccinarvi. Valutate la concreta possibilità di sentire un secondo parere ed eventualmente cambiare ginecologo”.

“Chi è vaccinato è protetto e meno contagioso in maniera permanente per la durata dell’efficacia del vaccino (come minimo mesi). – ha sostenuto ancora – Chi ha un tampone negativo al mattino può diventare contagioso il pomeriggio. Non paragoniamo quindi il tampone al vaccino. Chi può si deve vaccinare”. Ma è uno dei suoi ultimi messaggi (introvabile al momento sulla sua pagina, ma di cui esistono screen shot inequivocabili ndr) a scatenare la reazione veemente della Maglie. “Chi non si vaccina e usa l’opzione tampone rispetta la legge (come chi puzza). Ma la gente lo schifa”, provoca Burioni. Ma la Maglie ribatte durissima: “Questo sarebbe pronto alle leggi razziali”.

Potrebbe interessarti anche: NaturaSì, Burioni la boicotta ma Porro lo gela