Via Calzabigi il business della calzetteria 4

Il business di Via Calzabigi: tecnologia e tradizione che si fondono per un mix… stravagante

Saper leggere il mercato significa anche anticipare e cavalcare le tendenze, vuol dire accorgersi dei trend che non ci immaginiamo, delle passioni virali che non sono nelle nostre corde, ma che coinvolgono migliaia e migliaia di persone, magari di altre culture o paesi diversi. Questa è la storia di un’impresa che si è gettata a capofitto in una rete commerciale quantomeno atipica, ma che racchiude una community numerosissima di adepti: questa è la storia di Via Calzabigi’.

“Il progetto è nato grazie ad un’attenta esamina del mondo dei social, grazie ad un buon background in social-media-marketing, abbiamo realizzato degli studi illuminanti, a proposito di prodotti decisamente insoliti. Controllando specialmente delle community attive su Instagram, nel mondo anglosassone, ci siamo accorti di una forte passione per l’universo dei calzini stravaganti. Questo ambito è, generalmente, tenuto in considerazione in modo relativo, si punta spesso sulla produzione e distribuzione di prodotti sobri, classici.”

A parlare è Alessandro Cirinei, CEO di Via Calzabigi, che ci spiega come ha preso corpo l’idea di realizzare calzini con motivi stravaganti e ricercati, dando ascolto alle richieste di molti appassionati, soprattutto britannici.

“Abbiamo capito che la richiesta di questa tipologia di prodotto proveniva principalmente dall’Inghilterra, per questo abbiamo puntato sulla realizzazione di articoli difficili da trovare nella semplice distribuzione, ricercando un modello di business che si basi sulla fidelizzazione, con la possibilità di effettuare abbonamenti speciali, che alimentino il prestigio ed i frutti dell’e-commerce.”

Via Calzabigi il business della calzetteria 2Per quanto riguarda questo specifico settore, l’Italia ha sempre avuto grande lustro, specialmente in Lombardia, terra in cui la calzetteria esprime il massimo della sua qualità, nello stesso tempo, però, non esistono molti marchi italiani specializzati in questo ambito particolare. È qui che Via Calzabigi gioca il suo asso, sfruttando il potenziale industriale qualitativo e coniugandolo con idee fresche ed innovative.

“Un’importante particolarità di questo prodotto speciale è che il calzino, probabilmente, è l’unico capo d’abbigliamento ricercato sia da donne che da uomini, e soprattutto si tratta dell’accessorio perfetto da regalare. Semplice, non eccessivamente dispendioso e sempre utile e piacevole da ricevere. Così ha preso vita il business di Via Calzabigi: un brand che segue i trend della moda internazionale, mantenendo intatta la tradizione qualitativa dei filati italiani d’eccellenza.”

È così che sono nate realizzazioni decisamente speciali, come i motivi ispirati ai grandi quadri astrattisti, si gioca con i colori e le forme, permettendo al cliente di sbizzarrirsi, di dare sfogo alla sua vena creativa. Il calzino è l’unico indumento che permette una reale libertà d’espressione, può essere stravagante anche in contesti dove si richiede forma ed eleganza, può diventare il nodo sciolto della nostra personalità.

Ma come stata la risposta del grande pubblico?

“Il successo è stato immediato. Spesso si trascura la passione delle persone per il dettaglio, per il particolare. Abbiamo avuto riscontri estremamente positivi in ogni direzione strategica da noi intrapresa. Infatti non abbiamo solo dato vita ad un e-commerce attivo e proficuo, grazie anche alla facilità di spedizione di questo particolare prodotto, ma abbiamo mantenuto anche una forte componente tradizionale, distribuendo le nostre creazioni nelle boutique.”

La direzione intrapresa dagli imprenditori di Via Calzabigi è chiara e decisa: la creazione di una community di adepti fedeli che acquistano costantemente, che intervengono attivamente all’interno delle piattaforme social, contribuendo a divulgare una passione sempre più diffusa e condivisa. Per quanto riguarda questo preciso obiettivo, è stata intrapresa anche la via di una sponsorizzazione speciale, che prevede l’ingresso in scena di fashion blogger, influencer e celebrità che indossano e personalizzano le creazioni.

“Abbiamo realizzato una linea speciale, un’edizione limitata in collaborazione con l’ex calciatore Francesco Coco. Il progetto prevede l’uscita di 5 diversi motivi colorati ispirati alle squadre in cui Francesco ha giocato. Dal rosso-nero del Milan, al nero-azzurro dell’Inter, passando per il glorioso blaugrana del Barcellona e finendo con due simili tonalità di rosso scuro: il granata del Torino e l’amaranto del Livorno. Anche la bellissima Francesca Leto, mette a disposizione la sua creatività e la sua competenza nel mondo della moda per dare vita a modelli irresistibili.”

Via Calzabigi il business della calzetteria

La fidelizzazione del cliente passa inevitabilmente attraverso foto, video, consigli di stile ed aneddoti divulgati gratuitamente sui social network e con l’utilizzo del mail marketing: ecco dunque la strategia di Via Calzabigi. Cirinei si approccia così alla concorrenza dei grandi colossi commerciali come Amazon o eBbay:

“Credo che ci siano prodotti per i quali sia assolutamente impossibile competere con i grandi e-commerce di caratura mondiale, penso ad esempio all’elettronica di consumo, alla ferramenta… Enormi potenze come Amazon possiedono gli strumenti ed hanno la forza per sfoderare prezzi incomparabili, con quelli della piccola distribuzione. Ma esiste un mercato parallelo, fatto di prodotti che mantengono un alto contenuto emozionale: l’abbigliamento è uno di questi settori, un universo che resta collegato alla comunicazione del prodotto ed alla possibilità di vederlo, provarlo e toccarlo nei negozi fisici, nelle boutique. La forza di Via Calzabigi risiede proprio in questo: riuscire sì ad utilizzare la tecnologia per canalizzare realizzazioni a forte impatto emozionale.”

Via Calzabigi il business della calzetteria 3

CONDIVIDI