Mass Media

Fedez icona pop della sinistra, e a destra? Ecco perché Meloni e Salvini spingono la Canalis

Destra, sinistra e le icone pop. In un dibattito sempre più polarizzato, i vip spesso decidono di prendere posizione e, attraverso il loro seguito social e mediatico, riescono persino a spostare voti. Se a sinistra, soprattutto dopo il caso Primo maggio, il simbolo è diventato Fedez, a destra ancora si fatica a trovare un’icona pop. Qualcuno ci ha provato con il duo comico Pio e Amedeo, qualcuno con Elisabetta Canalis. E ora sembra proprio lei a essere in testa. Come spiega Stefano Baldolini su HuffingtonPost, Elisabetta Canalis su Instagram ha fatto un post scagliandosi contro il “bavaglio inaccettabile”. Cosa c’è dietro questo pensiero? E a cosa è riferito? (Continua a leggere dopo la foto)

“L’Italia è un paese libero. Non deve omologarsi alle follie del politicamente corretto”, ha scritto la Canalis. Matteo Salvini e Giorgia Meloni – guarda caso – hanno subito sottoscritto e rilanciato su twitter: “Chiara e coraggiosa!”, “Brava!”. Poi è arrivato Nicola Porro a esaltarle: “Non sceglie la via facile delle superstar in ginocchio per la nuova religione Lgbt pro ddl Zan”. Giovanni Sallusti scrive a Dagospia paragonandola a Sartre e Fedez. Libero la accomuna a Pio e Amedeo, e al loro monologo “liberatorio” su “negri, froci e ricchioni” in Felicissima Sera, su Canale 5. (Continua a leggere dopo la foto)

Come scrive ancora Baldolini, la Canalis, tra un migliaio di foto fashion, healthy & glam, ogni tanto la bandierina la pianta, e pure senza troppi problemi. “Come nel 2009, ai tempi del Berlusconi IV: ‘Io sono interessata alla politica, ho sempre avuto le idee chiare, molto precise, fin da quando ero ragazzina, insomma, quello che posso dirle è che sono contenta di questo governo, diciamola così!’. Allora la showgirl, che stava girando una fiction con Massimo Boldi, era anche contenta per la sconfitta del patron di Tiscali, Soru, nella sua Sardegna”. (Continua a leggere dopo la foto)

In questi giorni, ora che vive a Los Angeles ed è “portavoce di uno stile di vita sano e di un’alimentazione equilibrata” – scrive Vanity Fair – Elisabetta Canalis “diventa testimonial di un brand importante come la San Benedetto, gruppo leader nelle acque minerali in seno alla famiglia Zoppas”, famiglia veneta ben radicata nel tessuto produttivo leghista.

Ti potrebbe interessare anche: Incontro Renzi-Mancini, dopo le polemiche gli 007 costretti a cambiare le regole