People

Il suo cane muore per colpa dei fuochi d’artificio. La foto straziante fa il giro del mondo

Una notizia che arriva dall’altra parte del mondo ma che purtroppo ci è molto vicina. Ed è bene diffonderla perché purtroppo è assai probabile che con l’avvicinarsi del Capodanno questo possa verificarsi anche in Italia. Si sa che i fuochi d’artificio spaventano i cani e gli animali, ma ciò non è bastato a far desistere i residenti di Esquel, una piccola cittadina dell’Argentina situata nella parte nord-occidentale della provincia di Chubu, a sparare dei “botti” enormi. È successo nella regione della Patagonia, e le immagini pubblicate su Facebook dall’utente Antonella Modasjazh e condivise dall’organizzazione per la cura degli animali Adoptá-Esterilizá-Educá (ADAE) stanno facendo il giro del mondo. Sì, un cane è morto d’infarto per la paura dei fuochi d’artificio.

Magui, questo il nome di un cane di razza boxer, è morta dopo aver accusato un infarto causato dalle esplosioni. Modasjazh ha dichiarato attraverso il social network che svariati veterinari sono stati chiamati a occuparsi dell’animale, ma nessuno è accorso ad aiutarla. I proprietari hanno dichiarato: “Era la nostra amata mascotte. Si chiamava Magui ed è appena morto. Era vecchia e odiava la pirotecnica. Non sapevamo dove metterlo. Mentre gli altri si divertivano, lei stava morendo”.

Il racconto continua: “Gli è venuto un attacco, abbiamo chiamato tutti i veterinari di Esquel per aiutarci e nessuno ci ha assistito. Il cane morì tra le braccia di mio figlio, mentre mi pregava di chiamare qualcuno per venire ad aiutarla. Sfortunatamente, lo stiamo piangendo con il cuore spezzato perché non possiamo fare nulla”. In un post pubblicato su Facebook la ADAE ha così commentato la notizia: “Il tuo divertimento l’ha stordita, terrorizzata, provocandole un panico insopportabile. Il tuo divertimento l’ha uccisa. Magüí è morta in braccio al suo padrone”.

“La sua famiglia è angosciata e impotente davanti a una simile ingiustizia. Questa famiglia ha perso un componente, un prezioso componente. Il suo animale domestico, la sua amica, la sua vecchietta… Cos’altro hai bisogno che accada per capire che è sbagliato? Non ci stancheremo di ripeterlo: no ai fuochi d’artificio”. E ribadiamo anche noi l’invito: evitiamo fuochi d’artificio a Capodanno per non far del male agli animali. Alcuni potrebbero anche morire.

 

Ti potrebbe interessare anche: Napoli solidale, 250 persone in Galleria Umberto per il pranzo di Natale per i poveri