Interni

Carfagna lancia la sfida a Salvini: “Basta inseguire l’abbaglio sovranista”

A parole, Forza Italia è un partito compatto, che fa quadrato come sempre intorno alla figura del leader Silvio Berlusconi e si schiera accanto a Matteo Salvini in questa travagliata crisi di governo, tutti convinti della necessità del ritorno urgente alle urne che sancirebbe la vittoria dello schieramento di centrodestra. Nei fatti, c’è una gigantesca crepa che risponde a un nome, sempre più pesante col passare dei mesi: quello di Mara Carfagna.

Berlusconi aveva fatto presente a Salvini: “Forza Italia deve essere ancora il cuore, il cervello e la spina dorsale del centrodestra, naturalmente lontano da ingenuità sovraniste e da tentazioni populiste”. Un modo per ribadire la storia e l’identità politica precisa del partito. Parole che però stonano con quella voglia matta di correre tra le braccia del Carroccio per vincere insieme, al fianco dei leghisti. Perché i numeri, eventualmente, inchioderebbero FI a un ruolo di totale subalternità rispetto ai verdi.
Sul proprio profilo Facebook, invece, la Carfagna ha preso distanze più nette: “L’abbaglio sovranista che ha accecato in tanti, alcuni anche in casa nostra, sia per convinzione che per convenienza, deve ora lasciare spazio a una nuova e autonoma elaborazione politica e culturale in grado di proiettare la destra liberale verso il futuro e offrire degna rappresentanza ai tanti italiani che oggi non si riconoscono in posizioni estremiste e polarizzate”.
I destinatari, gli stessi colleghi di partito ancora abbagliati dagli slogan salviniani, convinti della necessità di un’alleanza che consentirebbe a Forza Italia, in netta crisi di consenso, quanto meno di sopravvivere. Esiste un’altra linea: reinventarsi alternativa di destra alla politica rabbiosa della Lega, dando vita a un nuovo soggetto politico per nulla disposto a giocare la sua partita sullo sfondo di uno scenario sempre più verde. La Carfagna continua ad avanzare la sua candidatura. E il consenso, sui social, aumenta giorno dopo giorno.

Mara Carfagna dà una lezione a Salvini. Le sue parole contro il ministro