Esteri

Carlo pronto a prendere il posto della Regina Elisabetta: “Succederà tra 18 mesi”

Attenzione attenzione, clamorose indiscrezioni arrivano dall’altra parte della Manica. Stando alle ultime voci circolate in rete sulle principali testate di gossip britanniche, da sempre molto vicine alle vicende della famiglia reale, la regina Elisabetta potrebbe dimettersi nell’arco di 18 mesi, mentre il principe Carlo potrebbe presto assumere il ruolo di “principe reggente”. Queste le ipotesi formulate dai media inglesi a poche ore dalla diffusione della scandalosa intervista pubblica del principe Andrea che ha letteralmente fatto tremare Buckingham Palace.

Stando a quanto riportato dal Daily Mail, il principe Carlo avrebbe di recente incontrato il padre, il principe Filippo, nella tenuta di Sandringham per decidere il da farsi. Stando alle voci che corrono, il suo compito sarebbe quello di assumere il ruolo di “principe reggente”, espressione con la quale si intende un principe che non governa come re ma in maniera provvisoria sostituendo il sovrano a causa della sua incapacità o assenza. In questo modo, il figlio di Elisabetta II potrebbe prendere il controllo degli affari di corte, lasciando che sua madre continui ad essere, di fatto, la regina. 
Secondo i media inglesi, questo passaggio avverrà nei prossimi 18 mesi: tra 18 mesi infatti Sua Maestà compirà 95 anni e potrebbe definitivamente dire addio agli impegni ufficiali. Si tratta della stessa età in cui anche il marito Filippo ha deciso di ritirarsi dalla scena pubblica. Negli ultimi anni la sovrana ha rallentato il ritmo, riducendo il numero di eventi a cui ha preso parte da 332 nel 2016 a 283 nel 2018. Nel frattempo Carlo ne ha totalizzati 507.Da fonti ufficiali, ovviamente, al momento non è arrivata nessuna conferma: quelli che lo riguardano sono solo rumors, alimentati dai recenti fatti. “Lo scandalo che ha coinvolto il principe Andrea ed Epstein ha dato al principe Carlo l’opportunità di farsi avanti e di dimostrare che è in grado di portare avanti la corona – ha affermato una fonte al The Sun -.Nessuno è più grande dell’istituzione della Royal Family. Neanche Andrea, il figlio preferito della regina. Carlo si è reso conto di questo e ha agito in maniera decisa, come il re che presto potrebbe diventare”.

Concessione autostrade, la posizione del governo sulla revoca ai Benetton