Imprese

Carrefour recupera le perdite con aperture 24 ore su 24, ma è davvero un successo in Italia?

Le aperture notturne dei supermercati

Ci sono opinioni contrastanti sul successo italiano che possono avere i supermercati aperti 24 ore su 24, ma Carrefour ha deciso di puntare su questa formula. I risultati, secondo i responsabili dell’impresa francese, sono positivi: si fidelizzano maggiormente i clienti e il fatturato cresce del 6%. L’esperimento ha avuto inizio nel 2012, quando il punto vendita di Milano, in piazza Clotilde, ha cominciato a rimanere sempre aperto.
Il riscontro è stato buono e per questo con il tempo si è arrivati a fare lo stesso con la quasi totalità dei negozi in Italia. L’azienda ha diffuso il dato relativo ai punti vendita sempre aperti: 176 su 220. A spiegare l’andamento del piano commerciale, ormai consolidato, è Roberto Simonetto, responsabile dei supermercati gestiti in maniera diretta dalla catena francese. L’Italia è l’unico Stato in cui è possibile avere aperture senza sosta.
Leggi anche: Aprire un franchising conviene e riduce il rischio d’impresa

carrefour

La situazione economica di Carrefour

I punti vendita presenti sullo Stivale hanno avuto un triennio di perdite sostanziali, infatti tra il 2014 e il 2016 il rosso ha raggiunto, secondo quanto riportato da il Sole 24 Ore, un rosso da 400 milioni di euro. In conseguenza di questi risultati, dalla Francia è arrivato un diktat: cambiare funzioni ai negozi. Visto il +6% delle aperture notturne, si è deciso di ampliare il progetto alla maggioranza dei punti vendita.
Si tratta di fornire un servizio in più alla propria clientela, che non deve per forza legarsi agli orari diurni per fare la spesa, ma anche di conquistare altri consumatori. Permettere alle persone di varcare la soglia oltre all’orario tradizionale consente loro di acquistare qualcosa che serve urgentemente o rimediare a una dimenticanza, ecco perché tale iniziativa viene molto apprezzata dalla gente nelle varie città.
Leggi anche: Il franchising vola alto nel 2016: aumenti significativi per i giovani imprenditori italiani

Il caso di Gallarate

Un buon esempio dell’utilità del servizio erogato da Carrefour arriva da Gallarate. Il supermercato aperto h24 è uno di quelli che registra picchi di presenze tra l’una e trenta e le due di notte. Infatti il punto vendita è collocato a poca distanza dallo scalo di Malpensa. Alla chiusura notturna dell’aeroporto chi finisce il turno si ferma per fare acquisti prima di rincasare.
Molte donne e uomini in divisa frequentano il supermercato per comprare qualcosa da mangiare o l’occorrente per la casa, facendo una comoda sosta durante il proprio tragitto di rientro. Altrimenti dovrebbe andare al punto vendita, fare la spesa e riportarla a casa prima di recarsi al lavoro. La comodità del cliente viene ripagata con la fedeltà alla catena francese.

carrefour-2La stagionalità

Il numero dei supermercati Carrefour aperti di notte è variabile a seconda della stagione. La decisione di apportare alcune modifiche agli orari dei singoli negozi dipende dalla loro dislocazione. Ci sono località turistiche che vedono un alto afflusso durante l’estate oppure nelle vacanze invernali. Mare e montagna attirano i turisti, ma spesso contano un numero più limitato di abitanti, per questa ragione si decide in base all’affluenza.
Una volta conclusa la stagione il supermercato torna dalle 24 ore di apertura all’orario normale, servendo la clientela abituale. L’azienda pensa che altre catene seguiranno l’esempio, mentre la federazione del settore ritiene che i risultati non siano così brillanti da giustificare un ampliamento dell’orario da parte di altri negozi. La scelta dei francesi è stata finora premiata e qualche supermercato di altri brand ha già proposto un prolungamento di una o due ore sul tradizionale orario.