Interni

Carrey vs Mussolini, atto II: “Suo nonno a testa in giù? Lo rigiri se preferisce”

Uno scontro che ha animato, e parecchio, i social italiani e americani nelle scorse ore. E che non accenna a placarsi, nonostante i giorni che scorrono. Jim Carrey e Alessandra Mussolini sono infatti ancora di stretta attualità, dopo che l’attore statunitense famoso in tutto il mondo aveva pubblicato una foto di Benito, nonno dell’onorevole, appeso a testa in già a piazzale Loreto insieme a Claretta Petacci. Una vignetta, disegnata dallo stesso protagonista di The Truman Show, subito notata dalla nipote del duce.

“Bastard” era stata la prima risposta della Mussolini. Da lì l’inizio di un lungo battibecco, segnato da toni decisamente sopra le righe. Tutto finito, come ragionevole, dopo qualche ora? Macché. Carrey è tornato alla carica, indirizzando alla dirimpettaia italiana un altro messaggio: “Se vuole vederla in un altro modo può sempre capovolgere la vignetta e vedere suo nonno che salta di gioia o che ha appena fatto l’appello”.
Un duello a distanza particolarmente infuocato. La Mussolini, dopo qualche intervento in un inglese alquanto scolastico, aveva preferito defilarsi per non dare spago ai tanti utenti che già l’avevano trasformata in meme, ironizzando sulla sua conoscenza delle lingue straniere. Carrey ne ha invece approfittato per rincarare la dose, anche in delle interviste.Di recente, infatti, l’attore aveva parlato della situazione italiana e della Mussolini dicendosi “stupito” del fatto che la nipote di Benito fosse ancora in politica e soprattutto fosse “schierata ancora una volta dalla parte del male”. La Mussolini non è al momento tornata sulla questione.

Jim Carrey posta il duce a testa in giù. La Mussolini sbotta: “Bastardo”