Interni

Greta Beccaglia: cena di solidarietà per sole donne nel ristorante di Serrani

Una cena di sole donne per esprimere solidarietà ad Andrea Serrani. È questa l’idea che è venuta a un folto gruppo di amiche del molestatore della giornalista Greta Beccaglia. Le polemiche intorno al gesto compiuto sabato scorso dall’uomo al termine della partita Empoli-Fiorentina non si sono ancora spente. Il suo ristorante ha riaperto i battenti, ma è la compagna a gestirlo in questi giorni. Ma le amiche di Serrani lo difendono: “Non è un molestatore”.

Andrea Serrani e Greta Beccaglia

“Da subito Andrea Serrani ha chiesto scusa alla signora Beccaglia per il suo gesto grave e pesante”. Così dichiara in un video Roberto Sabbatini, avvocato oltre che amico del ristoratore. “È pronto a incontrarla anche chiedendole scusa pubblicamente di fronte a tutti e in diretta tv”, riferisce il legale che lascia anche intendere che tra i due protagonisti della vicenda sia in corso una sorta di trattativa per organizzare un incontro.

“Appena sarà finito il troppo clamore mediatico, cercheremo di contattarla”, aggiunge l’avvocato. Intanto, dopo diversi giorni di chiusura, il ristorante di Serrani ha riaperto al pubblico nella giornata del 2 dicembre. A gestire ‘Il Ranocchiaro’, nome scelto per il locale, sarà però per il momento la compagna Natascia Bigelli. Da quanto si apprende, è prevista una tavolata di sole donne che vogliono dimostrare la loro vicinanza e solidarietà al proprietario, finito nella bufera mediatica dopo la molestia a Greta Beccaglia.

“Ovviamente condanniamo il gesto che ha compiuto Andrea e siamo solidali con la giornalista che si è sentita offesa. – dichiara una delle organizzatrici della cena di solidarietà – Ma non accettiamo la gogna mediatica e le accuse gratuite. I commenti malvagi che sono stati scritti e detti sul suo conto, con tanto di minacce di morte. Lo stanno massacrando e non lo merita. Ed è per questo che vogliamo dimostrargli solidarietà. Saremo una settantina. Cosa pensiamo del suo atto di sabato scorso? Che ha sbagliato gravemente. Ma chi lo conosce sa che non è un molestatore”, conclude la donna.

Potrebbe interessarti anche: Greta Beccaglia si racconta in tv: “Mi sono sentita un oggetto”