Lavoro

Come funziona un’agenzia di traduzioni? Ecco le caratteristiche per scegliere quella giusta

In un mondo così globalizzato ogni brand o singolo cittadino ha un numero maggiore di possibilità di vendita o di successo se guarda al suo prodotto o servizio sul mercato globale anziché locale. Questo vuol dire che tutte le specifiche dell’articolo o della mission aziendale, come la rèclame, lo spot, la scheda tecnica e molto altro, debbono essere tradotte in diverse lingue per aumentare l’appetibilità per i paesi ospiti. E in questi casi è sempre bene evitare il fai da te se non si è madre lingua o davvero esperti conoscitori di essa e affidarsi ad agenzia di traduzione professionali, le quali fungono da collegamento tra il cliente (brand o azienda di servizi) e il traduttore più giusto per quella specifica commissione. L’agenzia però è molto più di un semplice intermediario e sapere come funziona permetterà di sapere quale è quella più giusta per i tuoi progetti multilingue.

L’agenzia di traduzioni lavora a monte e a valle del tuo progetto

Il reclutamento di un traduttore non è sempre facile. Il lavoro del traduttore è un po’ come quello del fotografo o del designer, spesso pensiamo che sia sufficiente parlare correttamente una lingua per sapere come tradurre. In un campo in cui la selezione viene spesso effettuata online, i rischi di affidare un progetto a traduttori non seri o inesperti sono grandi. Questo è il motivo per cui i clienti si rivolgono spesso a una società di traduzione. Ma anche qui il problema può sorgere.

L’agenzia di traduzione deve creare un ampio database di traduttori interni (che lavorano presso l’agenzia) e liberi professionisti, è il caso ad esempio dell’agenzia di traduzioni Acolad, la quale elenca le loro combinazioni linguistiche, formazione ed esperienza. Per verificare che i nuovi candidati dispongano effettivamente delle competenze richieste, le agenzie di solito inviano loro test di traduzione.

Normalmente ha un dipartimento commerciale, il primo contatto tra il cliente e l’agenzia. Questo settore passerà il progetto di traduzione a un project manager che, conoscendo perfettamente il suo team di traduttori, assegnerà il documento al traduttore più qualificato. Una volta che il progetto è stato tradotto, dovrà passare attraverso un rigoroso controllo di correzione della bozza, una revisione essenziale per la qualità di un lavoro perfetto.

Una volta completata la revisione e inviato il lavoro, per l’agenzia di traduzione è importante mantenere un buon rapporto professionale con il cliente. Per questo in genere viene nominato quello specifico traduttore come punto di riferimento che collaborerà a progetti simili dello stesso cliente. 

L’agenzia deve sempre tenere conto dei commenti sulla soddisfazione del cliente e dei feedback sul lavoro del traduttore. Ciò consente loro di valutare il proprio lavoro e migliorare le proprie prestazioni.

La tecnologia e le esigenze del tuo progetto

Il campo della traduzione non è sfuggito all’innovazione tecnologica. È sempre più comune vedere agenzie che gestiscono i loro progetti su piattaforme o software online. Queste nuove tecnologie sono spesso utili sia ai traduttori che ai clienti: glossari, memorie di traduzione, raccomandazioni e indicazioni sono tutti strumenti che accelerano il lavoro del traduttore.

Se gli scambi via e-mail sono più adatti a testi lunghi o progetti in cui il traduttore deve chiarire i dubbi il più rapidamente possibile con il cliente, il software o le piattaforme sono particolarmente utili per progetti con molti testi, spesso abbastanza breve e traduci in diverse lingue. 

La giusta agenzia di traduzioni per il tuo progetto: conclusioni

Sono molti i criteri da considerare quando bisogna scegliere un’agenzia di traduzioni. Dal reclutamento di traduttori, al funzionamento dell’agenzia di traduzione e agli strumenti specifici di cui avrai bisogno, la consulenza è uno dei principali servizi che devi richiedere alle agenzie: sono lì per questo e per garantire qualità e successo del tuo progetto.