Lifestyle

Come scegliere il miglior broker online, alcuni consigli utili

Non c’è mai stato un momento migliore per essere un investitore di questo: la concorrenza tra i broker online è feroce, il che significa che i costi stanno scendendo e i servizi stanno aumentando. Tuttavia, con così tanta domanda di broker online, stiamo vedendo sempre più nuove aziende entrare nel mercato azionario, sperando di capitalizzare l’aumento degli investitori al dettaglio. Ciò può rendere particolarmente difficile per gli investitori trovare un broker adatto a loro.

Quindi come scegliere il broker giusto per te? Ci sono molti fattori da considerare e la decisione dipenderà probabilmente dalle priorità individuali. 

Alcuni investitori sono disposti a pagare commissioni di negoziazione più elevate per una piattaforma all’avanguardia; altri contano i costi sopra ogni altra cosa. Alcuni potrebbero voler restare con le più grandi istituzioni finanziarie con un forte riconoscimento del nome come garanzia di concretezza e serietà; altri potrebbero essere più interessati a setacciare i broker più piccoli per trovare la soluzione perfetta per loro.

Ma indipendentemente dal broker che scegli alla fine, la ricerca in genere inizia nello stesso posto: conoscere i tuoi obiettivi di investimento.

Scegliere il miglior broker online

Prima di iniziare a spulciare tra i broker online, rispondi ad alcune domande sui tuoi obiettivi di investimento. Speri di investire in alcune azioni individuali? Cerchi un fondo pensione a lungo termine? Sei interessato al day trading o a strategie di investimento più avanzate? Una volta che conosci i tipi di investimenti che ti interessano, puoi iniziare a valutare i broker in base ad alcuni fattori, tra cui:

  • Commissioni;
  • Affidabilità;
  • Conto minimo;
  • Spese di conto;
  • Prezzo ed esecuzione;
  • Strumenti, istruzione e funzionalità;
  • Promozioni.

Guarda le commissioni sugli investimenti che utilizzerai di più

I broker generalmente offrono un menu simile di opzioni di investimento: azioni individuali, opzioni, fondi comuni di investimento, fondi negoziati in borsa e obbligazioni. Alcuni offriranno anche l’accesso a criptovalute, trading di futures e mercati dei cambi di valuta estera. 

Gli investimenti offerti dal broker detteranno due cose: se le tue esigenze di investimento saranno soddisfatte e quanto pagherai in commissioni. Presta molta attenzione alle commissioni associate ai tuoi investimenti preferiti:

  • Azioni individuali: alcuni broker addebitano ancora una commissione per acquistare e vendere azioni, sia per operazione che per azione. Tuttavia, la stragrande maggioranza dei broker online ora non addebita alcuna commissione;
  • Opzioni: le negoziazioni di opzioni spesso comportano la commissione di compravendita di azioni (se addebitata dal broker), più una commissione per contratto, che di solito va da 15 centesimi a 1,50 euro;
  • Fondi comuni: alcuni broker addebitano una commissione per l’acquisto di fondi comuni di investimento. Puoi limitare i costi di transazione dei fondi comuni o evitarli completamente selezionando un broker che offre fondi comuni di investimento senza commissioni di transazione;
  • ETF: gli ETF vengono scambiati come un’azione e vengono acquistati al prezzo di un’azione, quindi sono spesso soggetti a commissioni di compravendita di azioni, se il broker li addebita. Ma molti broker offrono un elenco di ETF senza commissioni. Se hai intenzione di investire in ETF, dovresti cercare uno di questi broker;
  • Criptovalute: sempre più broker stanno iniziando a offrire l’accesso ad alcune criptovalute, ma assicurati di comprendere i rischi e le strutture delle commissioni che possono essere associati a queste operazioni;
  • Obbligazioni: è possibile acquistare fondi comuni obbligazionari ed ETF gratuitamente utilizzando fondi comuni di investimento senza commissioni di transazione ed ETF senza commissioni. I broker possono addebitare una commissione per l’acquisto di singole obbligazioni, con una commissione minima e massima.

Cerca broker con un track record di affidabilità

Esiste una vasta gamma di broker là fuori. Alcuni sono in circolazione da decenni, mentre altri sono relativamente nuovi sulla scena. Ciò non significa che questi nuovi arrivati ​​siano inaffidabili, anzi molto spesso hanno una conoscenza del mercato adeguata ai tempi e ai mezzi tecnologici a disposizione. È il caso, ad esempio, di Nextmarkets, il neobroker europeo senza commissioni il quale, oltre al commercio genuino e senza commissioni di azioni ed ETF a 0 euro attraverso la borsa, si avvale di una tecnologia proprietaria, un ampio set di approvazioni normative, come la banca per il commercio di titoli o la licenza di gestione del portafoglio, così come le ultime innovazioni del mercato finanziario, come un prodotto innovativo del mercato monetario, con il quale i clienti possono assicurare in modo flessibile un rendimento dell’1,25% all’anno anche in un ambiente a tasso zero.

Siamo molto soddisfatti del forte interesse e della fiducia da parte degli investitori nuovi ed esistenti. Il potenziale di crescita è enorme e siamo solo all’inizio di una nuova era in cui il mercato azionario viene democratizzato. Con il nostro approccio di coaching unico, ci assicuriamo che gli investitori privati abbiano successo sul mercato azionario e in più facciano trading gratis”, dice il CEO e co-fondatore di Nextmarkets, Manuel Heyden. Suo fratello Dominic, co-fondatore e CTO continua: “Siamo particolarmente orgogliosi del fatto che con meno di 40 dipendenti, abbiamo costruito in tempo record un broker online che è attivo in otto mercati europei e che si basa dalla A alla Z sulla propria piattaforma tecnologica e ha un quadro normativo completo.”

Scegliere un broker online affidabile e serio dunque è necessario, prendiamo ad esempio la frenesia commerciale di GameStop all’inizio del 2021. In quel caso, abbiamo visto molti broker limitare il trading in qualche forma, mentre altri no. Perché? Perché i broker più grandi e affermati avevano abbastanza denaro a disposizione per garantire che le operazioni dei loro clienti sarebbero andate a buon fine – una garanzia che richiedono i regolatori. I broker che non disponevano di liquidità sufficiente per coprire i requisiti patrimoniali hanno dovuto imporre restrizioni commerciali.

I broker online, come molte aziende, attirano spesso nuovi clienti con offerte, come un bonus in contanti su determinati importi di deposito. Non è saggio scegliere un broker esclusivamente sulla sua offerta promozionale – una commissione elevata a lungo termine potrebbe facilmente spazzare via qualsiasi bonus o risparmio iniziale – ma se sei bloccato tra due opzioni, una promozione potrebbe influenzarti in un modo o l’altro.