Lifestyle

Come trovare influencer su Instagram adatti al proprio business

Come si possono trovare influencer su Instagram che siano, però, adatti al proprio business? Scoprire le persone che contano, con un po’ di attenzione, non è così difficile come si potrebbe pensare. Il problema è scorgere, nel marasma di account, quelli più adatti a sponsorizzare il proprio brand. Non si può, infatti, contattare il primo vip o il primo proprietario di un account molto seguito e chiedergli di far conoscere il proprio marchio a tutti i suoi follower. Ce lo vedreste voi Andrea Iannone, il campione di MotoGP, a sponsorizzare la nuova linea di mascara resistenti all’acqua? A pensarci bene l’influencer per antonomasia, Chiara Ferragni, non ha mai pubblicizzato accessori per auto o per moto. Gli esempi sono volutamente esagerati, ma pongono in risalto un concetto molto importante.Ci sono alcune semplici regole che le aziende devono rispettare per scegliere la persona giusta e sfruttare al meglio questo importantissimo strumento di marketing.
I dati parlano chiaro. La sfera dell’influencer marketing ha un potenziale immenso. Solo l’anno scorso sono stati realizzati 1,5 milioni di post sponsorizzati su Instagram con un aumento del 198% rispetto al 2016. Diversi studiosi hanno poi evidenziato la correlazione fra l’aumento dei profitti e la sponsorizzazione dei propri prodotti da parte di uno o più influencer.

influencer-Instagram-Come trovare influencer su Instagram e quali prodotti far sponsorizzare

Piccole, medie e grandi imprese, visto l’alto potenziale dell’influencer marketing, devono quindi sapersi muovere nel migliore dei modi per poter incrementare i profitti. Cosa bisogna fare per trovare su Instagram gli influencer più adatti al proprio business? Per prima cosa è bene analizzare il mercato e capire se tale strategia possa essere la più indicata per il proprio marchio. La vetrina del social non è adatta per tutti i prodotti. E’ bene sapere, prima di investire soldi in una campagna fallimentare, che sul noto social dove si condividono foto e video tutti cercano soprattutto prodotti legati al: benessere del corpo, alla cosmesi e alla moda. Si può parlare di viaggi, di cibo, ma sicuramente non di insetticida o di ruote per le auto.
Perché affidarsi ad un influencer su Instagram? Ebbene a differenza delle classiche campagne pubblicitarie top-down, questi influencer  possono parlare al loro pubblico, raccontare la loro esperienza con il prodotto e influenzare positivamente il giudizio dei propri fan. I follower vengono spinti all’emulazione, ad acquistare quel determinato bene per poter essere, almeno in piccola parte, come il proprio beniamino. Basta scorrere Instagram per rendersi conto come imprese legate alla cosmesi, ai prodotti dimagranti o ai viaggi abbiano già ingaggiato numerosi influencer dando vita a numerose campagne. Ecco perché alle imprese serve qualcuno che abbia una certa affinità con i valori veicolati dal marchio e possa parlarne nel migliore dei modi.
Ogni azienda che si rispetti deve, poi, così come avviene per tutte le campagne pubblicitarie, porsi obiettivi ben precisi. Stabilire tempi e budget è importantissimo. Il motivo? Sapendo quanto si può investire si può scegliere meglio a chi affidarsi a seconda dell’onorario richiesto. Avere obiettivi precisi aiuta, invece, a rimanere focalizzati sulla campagna e a stringere una collaborazione ben precisa. Se l’obiettivo è, ad esempio,  rafforzare la fedeltà al marchio e si ha un bel budget da investire, si può assoldare un singolo influencer di alto profilo per raccontare la tua storia dell’impresa. Se si ha un budget limitato e si vuole spingere la vendita di un nuovo prodotto, invece, si possono coinvolgere più influencer minori stabilendo un determinato calendario per i post per essere più incisivi. A seconda dell’obbiettivo le aziende possono addirittura scegliere influencer di nicchia al posto di veri e propri vip di Instagram ed ottenere un successo maggiore.
Oltre a tutto ciò la discriminante maggiore per la scelta dell’influencer su Instagram più adatto al proprio business sarà la capacità di quest’ultimo di interagire con i propri seguaci e stimolare i loro commenti. Bisogna che ogni impresa guardi bene gli account delle persone a cui vorrà affidare il proprio marchio e i propri prodotti andando a studiare tutte le interazioni.

Influencer su Instagram e imprese: i rapporti

Trovato l’influencer su Instagram che meglio si addice al proprio business ciascuna azienda potrà andare a definire il rapporto di collaborazione. Gli esperti del settore consigliano di ‘fidelizzare’ l’influencer facendogli conoscere al meglio il brand. Il suggerimento è quello pertanto di legarlo a sé con un contratto a lunga durata.
Leggi anche: Instagram Stories via libera alle campagne pubblicitarie