franchising

In Italia è boom del franchising

Anche in Italia, ed in particolar modo nel Nordest, è boom del franchising: nell’arco di poche settimane sono sorti nuovi punti vendita relativi al campo del cibo e della moda. Padova e Venezia, ad esempio,  avranno presto  nuove filiali Queen’s Chips, mentre a Marghera sorgerà un nuovo centro La Piadineria, già presente presso noti centri commerciali del territorio. In Italia sbarcherà anche Roadhouse Grill (Gruppo Cremonini) che metterà radici ad Affi (Verona), dando lavoro a ben 30 nuovi assunti. Per  quel che riguarda il mondo della moda, alle porte di Udine sta per nascere un nuovo centro Pittarosso .

Spostandoci sul campo dell’erboristeria, invece, è stata programmata l’espansione della catena Lavanda di Venzone tanto in Friuli Venezia Giulia quanto in Veneto (con punti vendita sparsi tra Belluno, Pescheria del Garda, Treviso, Verona, Mestre, Caorle e Padova). E poi ancora Thun, azienda di oggettistica di origine bolzanese, aprirà un nuovo negozio a Castelfranco veneto. Grosse novità anche per il campo dell’ottica, che con il gruppo Nau!, conoscerà tre nuovi punti a Conegliano, Padova e Verona.

Mario Resca, presidente Confimprese, sottolinea come i punti di vendita franchising ‹‹appartengano a settori merceologici diversi e provano la vitalità della particolare formula distributiva, che permette anche a fronte di investimenti iniziali contenuti di avviare una attività autoimprenditoriale sotto la protezione del franchising››. Del resto i numeri parlano chiaro.  Nel mese di gennaio 2016, si è registrata una crescita del +1% in Veneto e Trentino Alto Adige, mentre si risconta una leggera flessione solo per il Friuli Venezia Giulia.

Francesco Rossi

CONDIVIDI