People

Conte, il post di addio ha superato tutti i record social italiani: nessuno come lui

Un successo. Un vero tripudio. Una manifestazione di affetto senza precedenti. Il capolavoro mediatico e social del tandem Conte-Casalino trova conferme nei numeri che emergono dall’analisi del post con cui il premier si è congedato da Palazzo Chigi. Oltre un milione di like in meno di 24 ore. Oltre 2 milioni fra reazioni e commenti. Più di 5 milioni di interazioni e quasi 11 milioni di persone raggiunte. Mai nessun politico, in Italia, aveva raggiunto numeri simili. Biagio Simonetta su mashable.com ha pubblicato in esclusiva i numeri di questo post, grazie a Dario Adamo, social media manager di Giuseppe Conte sin dal primo giorno. Cosa emerge?

Un post che per interazioni è assolutamente fuori dai target italiani. E che segna una nuova asticella fra i social media manager. “Proprio ad Adamo abbiamo chiesto un po’ cose, Innanzitutto com’è nata l’esperienza social di Giuseppe Conte, che di fatto non aveva alcun account prima dell’incarico a Palazzo Chigi e che oggi conta poco meno di 4 milioni di follower su Facebook”. Racconta Adamo a Mashable: “Quella dei profili social del Presidente Conte è una storia che nasce proprio nei giorni del suo primo incarico: infatti, prima di allora, Giuseppe Conte non aveva nessun account su nessun social network”.

“Fu così che, in concomitanza della prima ‘salita’ al Colle nel 2018, abbiamo deciso di predisporre le pagine pubbliche e iniziare subito questa avventura. Fin dai primi post – prosegue Adamo – abbiamo condiviso l’idea di una comunicazione che rispettasse il suo stile: sobrio, pulito, istituzionale, ma non per questo meno autentico o privo di emozioni. Da qui i post sulle sue attività pubbliche, i resoconti delle missioni ufficiali all’estero, ma anche i contenuti più ‘leggeri’, i commenti su fatti di cronaca e le note conferenze stampa in diretta streaming durante la fase più dura della pandemia. Un lavoro costante, quotidiano, frutto di un confronto diretto tra di noi”.

Sul post dei record racconta Adamo: “Nei giorni precedenti avevamo immaginato di pubblicare un ultimo post, in occasione della giornata del passaggio di consegne. Il risultato è stato un testo ricco di emozioni, il racconto personale di un bilancio di questi anni intensi con uno sguardo che volge al futuro. Le immagini di ieri nel cortile di Palazzo Chigi parlavano da sole e la foto utilizzata per accompagnare il post è stata una conseguenza inevitabile: un saluto commosso, ma dignitoso”.

Ti potrebbe interessare anche: “Papà violento, in ospedale gli ho detto: muori!”. Le rivelazioni choc di Casalino