Esteri

Covid-19: Science risale al paziente zero e conferma Wuhan come luogo del contagio

“I nostri risultati forniscono la prova che il mercato di Wuhan è stato il primo epicentro della pandemia di Covid-19 e suggeriscono che Sars-CoV-2 è probabilmente emerso dal commercio di fauna selvatica in Cina”. La nota e accreditata rivista scientifica americana, Science, ha pubblicato uno studio che mette un punto fermo sugli sviluppi della pandemia di Covid-19. La convergenza di numerosi studiosi da tutto il mondo ha portato ad appurare la verità plausibile: tutte le ricostruzioni da fonti differenti riconducevano allo Huanan Seafood Wholesale Market di Wuhan, anche se “gli eventi a monte del mercato, così come le circostanze esatte all’interno del mercato, rimangono oscuri”.

Il mercato di Wuhan

Lo stesso numero di Science presenta un secondo studio, teso ad appurare quale fosse stato il vero paziente zero. Il cammino genetico a ritroso dei ricercatori si è concentrato su una finestra tra il 23 ottobre e l’8 dicembre 2019 e una seconda volta nelle settimane successive. Gli studiosi convergono poi sulla data del 19 novembre: “Questi risultati indicano che è improbabile che Sars-CoV-2 sia circolato ampiamente negli esseri umani prima di novembre 2019 e definiscono la finestra stretta tra quando Sars-CoV-2 si è trasferito per la prima volta negli esseri umani e quando sono stati segnalati i primi casi di Covid-19”.

Torna su