mba-guadagno-lavoro

Crescita proessionale , i 10 Mba che fanno guadagnare di più

La formazione che precede il nostro ingresso nel mondo del lavoro è fondamentale per le nostre aspirazioni di carriera futura. Se vogliamo ambire ad una scalata professionale di alto profilo e a raggiungere livelli alti all’interno del mondo lavorativo, dobbiamo avere chiaro che investire in modo sensibile sulla nostra formazione può essere la chiave di volta per ottenere una carriera da sogno. La nostra formazione infatti, oltre a darci le basi da cui partire, in alcuni casi può dare lustro al nostro curriculum vitae, invogliando le aziende a selezionarci proprio in nome del blasone dell’istituto che abbiamo frequentato. E’ il caso ad esempio dei Master in gestione d’impresa (Mba) che sempre più studenti anche in Italia stanno scegliendo per completare al meglio la propria formazione. Questo tipo di strada per la propria crescita, può essere uno step fondamentale per ambire a grandi traguardi professionali. Non sempre è facile e non è nemmeno così scontato. C’è da considerare poi anche il fatto che bisogna avere buone risorse economiche per accedere ad alcuni corsi che a volte risultano essere proibitivi per alcuni. Se invece disponete di risorse che vi permettono di investire sulla vostra carriera, non esitate e scegliete uno degli Mba più prestigiosi per arricchire la vostra esperienza e soprattutto il vostro curriculum.

costruire-resilienza-lavoroI Master in gestione d’impresa passati sotto la lente d’ingrandimento

I corsi post laurea di questo tipo stanno proliferando negli ultimi anni ma alcuni istituti risultano sempre essere migliori di altri, sia per l’offerta formativa sia per il blasone che si accompagna al loro nome. Ma quali sono i master in gestione d’impresa più prestigiosi al mondo e sopratutto quali consentono di avere una retribuzione più alta una volta cominciata la vostra carriera lavorativa. C’è chi si è preoccupato di stilare una classifica molto utile per capire come orientarsi e sopratutto per dare un riscontro effettivo su quelle che sono le cifre che potreste guadagnare nel caso i cui sceglieste questo tipo di Mba. A svolgere una ricerca dettagliata sono stati gli esperti di Emolument, un portale online che calcola i valori di riferimento dei salari: l’analisi che il sito ha portato a termine è stata effettuata su una base dati molto ampia, che ha compreso quasi 11.000 titolari di un Mba. Lo scopo appunto era quello di capire quali università possano offrire ai corsisti e ai futuri laureandi un futuro a più zeri all’interno del mondo del lavoro. “Sebbene gli Mba rappresentino un costo notevole da affrontare per i professionisti, il loro impatto sul potenziale di guadagno e sulla carriera è innegabile.Questo quanto affermato da Thomas Drewry, uno dei cofondatori di Emolument. Di seguito abbiamo selezionato i primi dieci Mba grazie ai quali si può guadagnare di più.

lavoro come influencer buzzooleGli Mba che offrono una potenziale retribuzione più alta

Secondo la ricerca portata avanti da Emolument, al primo posto troviamo il Mit Sloan School of Management, Mba offerto dal MIT – Massachusetts Institute of Technology con 230.833 euro; al secondo posto invece la Harvard Business School con 205.812 euro, seguita dall’Università di Chicago Booth School of Business con 201.777 euro e dalla Wharton School dell’Università della Pennsylvania con 200.163 euro. Quinto posto per la Columbia Business School con 192.986 euro mentre al sesto e al settimo troviamo rispettivamente la New York University Stern School of Business, Usa che garantirebbe un salario di 171.991 euro e  la Northwestern University Kellogg School of Management, Usa che invece si attesta su 168.762 euro. A chiudere la top ten troviamo all’ottavo posto a pari merito Cornell University Johnson Graduate School of Management, Usa (152.533 euro) e Duke University Fuqua School of Business, Usa (152.533 euro) infine al decimo la University of Michigan Ross School of Business, Usa (150.919 euro).

CONDIVIDI
Gianluca Sepe
Giornalista pubblicista classe 1991. Laureato in Sviluppo e Cooperazione Internazionale, inizia a scrivere per passione per poi trasformarla nel suo lavoro. Con la penna o con la tastiera, è sempre pronto a raccontare il mondo digitale che cambia intorno a noi. Terribilmente malato per lo sport.