Lavoro

Crescita professionale, come migliorare e allenare la memoria di lavoro

Quando lavoriamo, qualsiasi sia la nostra occupazione, la memoria è un elemento molto utile in ogni fase quotidiana. Ricorda le attività da fare, organizzare le proprie mansioni in base ad uno schema mentale sono fasi fondamentali. La memoria di lavoro non può mancare a nessuno, specialmente a chi ha in mente una carriera brillante in cui prevede di occupare posizioni di prestigio. Se si vuole scalare la piramide professionale non si possono commettere errori e non ricordare le cose in ambito professionale potrebbe compromettere la vostra carriera. Fondamentale quindi è avere una memoria di lavoro solida, sui cui poter contare in ogni momento e che vi permetta di avere sempre ben chiare le priorità. La memoria di lavoro tuttavia può essere minata da alcune condizioni che possono andare ad inficiare in modo negativo sul “sistema memoria”. Se non siete smemorati cronici ma state vivendo un periodo in cui dimenticate spesso le cose da fare e le priorità che avete ordinato sopra alla vostra scrivania, ci sono alcune cose di cui dovete tenere conto e che potete migliorare nella vostra vita professionale affinché la vostra memoria di lavoro torni ad essere efficiente a tutti gli effetti. Ecco alcuni consigli per migliorare la vostra memoria di lavoro.

costruire-resilienza-lavoroRidurre lo stress e le distrazioni esterne

La memoria di lavoro può essere influenzata da diversi elementi ma tra i tanti, uno dei più importanti è senza dubbio lo stress. Un lavoratore stressato è un lavoratore che fatica ad esprimere al meglio le proprie capacità e finisce per fornire prestazioni professionali al di sotto dei propri standard. Anche la memoria di lavoro può essere influenzata in modo negativo in certi momenti della nostra carriera quando lo stress è maggiore: cerchiamo di capire le fonti di questo elemento di disturbo ed eliminiamole. Allo stesso modo, anche le distrazioni esterne in azienda possono essere motivo alla base di un indebolimento della memoria di lavoro: se state svolgendo un compito cercare di non farvi influenzare da quello che accade attorno a voi oppure da situazioni che non sono del tutto relative all’ambito lavorativo. Sgombrate la mente, cercate di ordinare tutti gli elementi e fate chiarezza: la vostra memoria di lavoro reagirà ordinando le cose più importanti e non avrete problemi a ricordare tutto quello che dovete fare. Dovete sempre cercare di mantenere al di fuori dell’ambito lavorativo qualsiasi elemento di disturbo e in questo modo non avrete problemi a ricordare nulla.

allenare-concentrazione-lavoroNon esistono impegni di lavoro impossibili

Un altro elemento di disturbo per la vostra memoria di lavoro può essere un impegno di lavoro più difficile del solito. Il fatto di dover impegnare maggiormente le vostre capacità per portare a termine questo compito porterà la vostra mente a dare minore importanza alla memoria di lavoro e in particolare a quella a breve termine che potrebbe essere così minata. In questo caso però molto dipende dalle caratteristiche personali: c’è chi ha una memoria a breve termine più resistente e chi invece, sotto pressione, tende a dimenticare tutto più velocemente.
Leggi anche: Cercare lavoro, cosa eliminare dal Curriculum vitae